Test sierologici al personale scolastico, nota Ministero Salute: procedure e tempistiche­
Test sierologici al personale scolastico, nota Ministero Salute: procedure e tempistiche­

Una nota del Ministero della Salute indirizzata agli assessori e ai relativi Direttori Generali alla Sanità delle Regioni precisa i tempi e le modalità per effettuare i test sierologici al personale scolastico in previsione del rientro a scuola a settembre. All’interno della nota ministeriale si legge che l’adesione da parte del personale è assolutamente volontaria. Si inizia con una prima fase dal 24 al 30 agosto 2020 per il personale già in servizio.

Test sierologici a scuola: l’avvio della campagna è prevista dal 24 al 30 agosto 2020

Nello specifico, si tratta di un vero e proprio screening sanitario in vista dell’avvio della ripresa delle attività scolastiche. I test di cui in oggetto saranno rivolti al personale docente e non docente delle scuole del primo e secondo ciclo d’istruzione, statali e non statali, paritarie e private ricadenti nell’intero territorio nazionale. Dai test rimarranno escluse le scuole ubicate in quelle Regioni in cui si avvieranno delle campagne ah hoc sulla prevenzione anti Covid-19.

Scuola, Test sierologici personale scolastico: procedura e fasi

La somministrazione del test si effettuerà rispettando delle tempistiche ben precise. In una prima fase che scatterà dal 24/08 e si concluderà il 30/08 potranno accedere ai test sierologici tutte le persone in servizio. In questo caso dunque parliamo del personale ATA: collaboratori e personale di segreteria.

Più nello specifico, la nota del Ministero della Salute precisa inoltre anche le procedure per effettuare lo screening. Esso si svolgerà in due differenti fasi, l’una propedeutica dell’altra:

1. La somministrazione dei test sierologici verrà effettuato, su base volontaria, a tutto il personale scolastico che intenderà aderire alla campagna di screening;

2. La successiva somministrazione del test molecolare (ovvero del tampone) verrà eseguita a tutti coloro i quali, avendo già aderito alla somministrazione del test sierologico, risultassero positivi al Covid-19. Questo secondo livello di test andrà necessariamente eseguito per escludere qualsiasi infezioni in atto da parte del soggetto, il quale potrebbe dare luogo a futuri contagi o focolai.

Come fare per aderire allo screening: distinzione tra scuola pubblica e privata

E’ bene ricordare infine che il personale scolastico delle scuole pubbliche statali che deciderà di effettuare i test sierologici dovrà rivolgersi al proprio medico di medicina generale; mentre quello delle scuole non statali (paritarie e/o private) per aderire allo screening dovrà rivolgersi all’Azienda sanitaria competente per territorio.

Le Regioni e le PP.AA avevano tempo fino allo scorso 4 agosto per indicare quali sono i riferimenti organizzativi regionali e/o aziendali ai quali la struttura commissariale dovrà recapitare i kit sierologici la cui distribuzione e consegna è prevista entro il prossimo 10 agosto” conclude la nota.