Scuola, organici docenti e ATA 2020/1: i numeri potenziali del personale 'anti Covid'

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha firmato l’Ordinanza riguardante l’organico aggiuntivo docenti e ATA previsto dal decreto Rilancio. 

Per fronteggiare l’esigenza del rientro in classe a settembre in sicurezza, i nuovi precari della scuola sottoscriveranno un contratto cosiddetto ‘Covid’ a tempo determinato ma saranno passibili di licenziamento qualora dovesse essere decretato un nuovo lockdown. Lucia Azzolina ha risposto a una domanda posta durante il suo intervento alla trasmissione di La7, ‘In onda’.

Loading...

Azzolina su organico aggiuntivo docenti e Ata

Assumeremo altri 50 mila, tra docenti, personale Ata e altri, tutti a tempo determinato – ha confermato la ministra dell’Istruzione che ha spiegato come sia necessario, in questo momento, dare più posti di lavoro ed evitare i doppi turni, sia per chi ha sostenuto vecchi concorsi, sia nuovi. Licenziamento immediato in caso di lockdown per gli assunti a tempo determinato con normativa Covid? Lo escludo – ha risposto la ministra che, tuttavia, ha ammesso le problematiche incontrate la scorsa primavera. ‘Però abbiamo comunque prorogato i contratti e ora siamo molto più preparati. Io conto di fare quello che abbiamo fatto, e mi auguro che non accada mai. Se ci fosse una malaugurata ipotesi di dover fare una didattica digitale, è chiaro che gli studenti hanno bisogno dei loro insegnanti. Lavoreremo con il Mef come abbiamo fatto nella fase che abbiamo vissuto.’

Loading...