Scuola, pubblicato l’Avviso: risorse agli Enti Locali per l’affitto di spazi
Scuola, pubblicato l’Avviso: risorse agli Enti Locali per l’affitto di spazi

Conclusa la gara per la fornitura dei banchi monoposto per la scuola. La procedura di affidamento della fornitura dei nuovi arredi si è conclusa positivamente attraverso la stipula di ben 11 contratti con aziende o raggruppamenti di imprese che si occuperanno di fornire tali suppellettili entro il mese di ottobre.

11 aziende forniranno i banchi monoposto, la consegna entro ottobre, il Ministero: “Lo Stato finalmente investe sugli arredi, spesso obsoleti

Lo comunica il Commissario straordinario agli acquisti Domenico Arcuri. Immediatamente dopo aver ricevuto la notizia, sul sito del Ministero dell’Istruzione viene pubblicato il comunicato che appresso illustreremo.

Loading...

Piena soddisfazione da parte del Ministero dell’Istruzione per la conclusione positiva del bando di gara europeo per la fornitura dei banchi monoposto. Nella tarda serata di ieri, mercoledì 12 agosto 2020, il Commissario agli acquisti Domenico Arcuri ha comunicato pubblicamente la conclusione della gara per l’acquisto dei banchi di cui tanto si è parlato in questi giorni.

Secondo il Ministero infatti, visti i tempi strettissimi e lo stato di emergenza in cui si è dovuto lavorare, rappresenta per Arcuri e per gli addetti ai lavori di certo un risultato eccezionale. Un merito va riconosciuto allo Stato anche per quanto concerne l’investimento, per la prima volta in assoluto, volto al rinnovo degli arredi scolastici che nella maggioranza dei casi era ed è assolutamente obsoleto.

Il Ministero, infine, pone l’accento anche sul lavoro costante della ‘macchina amministrativa‘ per garantire il rientro in classe a settembre in sicurezza. Ecco di seguito il testo completo del comunicato stampa ministeriale.

Scuola, Ministero dell’Istruzione: “Bene gara banchi, Stato finalmente investe su arredi

Il Ministero dell’Istruzione esprime soddisfazione per l’esito della gara europea per i banchi monoposto comunicato questa sera dal Commissario straordinario di Governo. Un risultato ottenuto in tempi brevissimi e in condizioni di emergenza. Per la prima volta lo Stato investe massicciamente per rinnovare gli arredi scolastici, spesso obsoleti. Un intervento che va anche oltre lo stato di emergenza e che resterà alla scuola per gli anni a venire. Il Ministero ricorda poi che la macchina amministrativa è al lavoro a pieno regime, anche in questi giorni, per garantire la ripresa di settembre in presenza e in sicurezza“.