Riapertura scuole, corpo docenti: 'Timore per indicazioni fuorvianti'
Riapertura scuole, corpo docenti: 'Timore per indicazioni fuorvianti'

Manca un mese alla riapertura delle scuole italiane. Le riprese dei contagi da coronavirus tornano a far paura anche se oggi, 16 agosto, risulta esserci un calo di positivi rispetto a ieri. Tramite alcune dichiarazioni riportate da La Stampa, il corpo docente ha fatto sapere: “Quello che fa paura di più sono le indicazioni fuorvianti”.

Insomma, la situazione è più che mai incerta, dubbiosa e, per certi aspetti, inquietante per i migliaia di alunni, docenti e personale scolastico che a settembre, in un modo o nell’altro, dovranno iniziare le lezioni. Se qualche giorno fa il Cts parlava di un distanziamento su cui si poteva in qualche modo rimediare “solo in situazioni di estrema urgenza” ora il distanziamento totale sembra essere inevitabile.

Loading...

La riapertura delle scuole potrebbe essere compromessa

C’è preoccupazione per gli aumenti di contagi degli ultimi giorni in Italia. Il rischio è che se la situazione non sarà arginata, la riapertura delle scuole potrebbe essere compromessa. Come informa Orizzonte Scuola, il prossimo 19 agosto il comitato tecnico scientifico si occuperà proprio della riapertura degli istituti italiani.

Sembra che il Cts ribadirà l’impossibilità di derogare all’obbligo del distanziamento fisico di un metro tra gli alunni in classe. In caso di impossibilità di mantenere il distanziamento fisico, per gli studenti ci sarà l’obbligo di indossare la mascherina chirurgica, con opportuna areazione. La deroga, precisiamo, sarà permessa con un limite di tempo.

Le dichiarazioni di Speranza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, riferendosi ai contagi da coronavirus ha dichiarato: “I numeri del contagio in Italia, anche se tra i più bassi in Europa, sono in crescita”. Proprio per questo motivo, a detta di Speranza, non è giusto rendere vani i sacrifici fatti nel corso del lockdown. La priorità del governo è la riapertura degli istituti in piena sicurezza.