Scuola, Conte difende Azzolina: 'Avere tutti i supplenti il 14 settembre è vivere nel mondo delle fiabe'

Rientro in classe a settembre, l’Associazione Nazionale Presidi scende sul piede di guerra. Come riporta il ‘Corriere della Sera‘ di oggi, 18 agosto 2020, il presidente Antonello Giannelli sottolinea le gravi problematiche che devono affrontare i Dirigenti Scolastici in vista della riapertura delle scuole.

Riapertura scuole, presidi in rivolta: ‘Siamo sull’orlo di un burrone’

‘Abbiamo trascorso l’estate, rinunciando anche alle ferie, a mappare tutti i locali scolastici con il metro in mano e poi improvvisamente la settimana scorsa ci siamo sentiti dire che siccome in molti casi il metro lineare da bocca a bocca proprio non si può garantire, pazienza: in alternativa, basterà indossare la mascherina per tutto il tempo in cui si sta in classe.’ Antonello Giannelli parla di ‘beffa’, sottolineando il fatto che, se non verranno consegnati in tempo i banchi monoposto, è evidente che il distanziamento non si potrà fare. 

Rientro in classe e possibili contagi Covid, ANP: ‘No alla responsabilità penale dei DS’

Il presidente dell’ANP rincara la dose: ‘Un conto è predisporre le classi in modo che gli alunni stiano seduti a un metro l’uno dall’altro, tutt’altra cosa è riuscire a garantire che gli studenti tengano la mascherina per tutto il tempo in cui restano a scuola. Già è gravoso per noi figuriamoci per i più piccoli’. 

Ma Giannelli pone l’accento su un’altra questione particolarmente importante, quella delle contestazioni in caso di contagio. ‘È urgente che il governo inserisca in uno dei prossimi decreti una norma che riveda la possibilità di imputare ai dirigenti un eventuale caso di Covid a scuola. Non vogliamo uno scudo penale, quello vale per chi ha commesso dei reati. Ma se i presidi attuano il protocollo sanitario – sottolinea Giannelli – non li si deve accusare di nulla’. 

Il Comitato Tecnico Scientifico ha promesso che l’Istituto Superiore della Sanità fornirà, in tempi brevi, ulteriori indicazioni operative: intanto, però, a meno di un mese dalla riapertura, sono ancora tante le nubi che offuscano la riapertura delle scuole.