Scuola, emergenza sostegno anno scolastico 2020/1: i numeri
Scuola, emergenza sostegno anno scolastico 2020/1: i numeri

Riapertura delle scuole a settembre, cresce la preoccupazione per quanto riguarda il sostegno. Infatti, l’emergenza per l’assistenza agli studenti con disabilità si farà sentire più che mai con l’avvio del prossimo anno scolastico 2020/1. 

Scuola, emergenza sostegno a settembre

A denunciare questa situazione è il sindacato Anief che, per voce del suo presidente Marcello Pacifico, sottolinea come saranno oltre 40mila i docenti senza specializzazione su sostegno che saranno chiamati su posti in deroga. Si tratta di posti al 30 giugno per i quali Anief sta portando avanti una lunga battaglia in tribunale affinché possano essere posti in organico di diritto, anche con l’iniziativa ‘Non un’ora di meno’. L’obiettivo del sindacato è che ogni alunno possa avere il proprio insegnante di sostegno, in base al Pei, come richiesto delle scuole. 
Intanto, continua la battaglia Anief in tribunale per la contestazione dei numeri. ‘Sono in realtà più del doppio degli ammessi, 20 mila, del corso Tfa sostegno per conseguire la specializzazione. In realtà – afferma Marcello Pacifico – il Tar si dovrà pronunciare su una istruttoria fatta male, perché quando il ministero dell’Istruzione ha organizzato questi corsi di sostegno non ha tenuto conto del fabbisogno degli organici, delle domande, del numero dei precari, ma soltanto dell’offerta degli atenei’. 
Anief ha sottolineato come il decreto interministeriale n. 90 del 7 agosto 2020 abbia disposto la riapertura dei bandi delle Università per l’ammissione alle prove per l’accesso ai corsi di specializzazione di sostegno agli alunni disabili, riaprendo i termini per essere ammessi direttamente ai corsi del quinto TFA sostegno. ‘Un decreto che ammette agli scritti chi ha svolto tre anni di servizio su posto di sostegno anche senza avere il titolo. Tuttavia – ha sottolineato Marcello Pacifico in un’intervista rilasciata a Teleborsa – tutto questo non basta a rimediare all’emergenza che avremo a settembre’.

Loading...