usr lombardia, avviso assegnazione sede immissioni in ruolo

Dal 17 agosto le operazioni propedeutiche alle immissioni in ruolo stanno procedendo celermente. L’Usr Lombardia, infatti, ha pubblicato l’elenco delle sedi risultanti disponibili a seguito delle operazioni di mobilità per l’A.S 2020/2021, e ha indicato la ripartizione del contingente nelle province lombarde tra graduatorie concorsuali e Gae.

La fase successiva, ultimatasi in queste ore, è stata l’assegnazione della provincia e toccherà nei prossimi giorni alla scelta della sede.

Loading...

Assegnazione provincia

In data 18 agosto l’ufficio scolastico regionale ha provveduto ad inviare un’email a tutto il personale docente individuato come destinatario di contratto a tempo indeterminato, indicandone la rispettiva classe di concorso o tipologia di posto, e la provincia a ciascuno assegnata.

Loading...

Ciascun interessato può inoltre visualizzare la provincia assegnatagli scorrendo l’elenco pubblicato sul sito dell’Usr Lombardia nell’apposita sezione dedicata al “reclutamento dei docenti a.s 2020/2021”.

Assegnazione sede scolastica

Sempre in data 18 agosto l’Usr Lombardia con nota n°19222 ha provveduto ad indicare le operazioni di assegnazione della sede ai candidati destinatari di immissione in ruolo.

La procedura si svolgerà in modalità esclusivamente telematica e non in presenza, utilizzando il portale Istanze Online.

L’inserimento dell’ordine di preferenza delle sedi all’interno della provincia assegnata potrà avvenire dal 19 al 22 agosto 2020. Nella scelta si consiglia di far riferimento all’elenco dei posti disponibili pubblicato con nota n°19043 il 17 agosto.

Vengono poi fatte ulteriori precisazioni: Si raccomanda di indicare puntualmente l’ordine di preferenza relativo a tutte le sedi della provincia
assegnata. Qualora infatti l’interessato non indichi tutte le sedi previste e non risultino posti disponibili nelle sedi da lui
indicate, sarà individuato d’ufficio su una delle restanti sedi: in tal caso, dunque, la mancata indicazione di una o più sedi
comporterà inevitabilmente l’assegnazione d’ufficio sulle disponibilità residue rispetto alle assegnazioni di coloro che
avranno inviato riscontro. Parimenti, la mancata compilazione delle preferenze comporterà l’assegnazione d’ufficio su una
delle sedi residue. Per evitare assegnazioni d’ufficio che rischierebbero di non rappresentare le reali esigenze soggettive,
si invitano quindi tutti gli aspiranti ad esprimere tempestivamente le proprie preferenze di sede
“.

Viene inoltre aggiunto che la sede sarà assegnata prioritariamente al personale in possesso dei requisiti con cui potersi avvalere della legge 104/1992, previa valutazione da parte dell’ufficio della relativa documentazione.