Legge di Bilancio 2021, c'è l'OK del CdM: ecco le novità per la scuola
Legge di Bilancio 2021, c'è l'OK del CdM: ecco le novità per la scuola

Riapertura scuole, governo e Comitato Tecnico Scientifico appaiono in disaccordo sulle linee guida riguardanti la gestione degli eventuali contagi. 

Linee guida riapertura scuole e gestione contagi: tensione governo-esperti

Il nodo da sciogliere riguarda l’obbligo di quarantena qualora venisse riscontrata la positività di un soggetto: secondo gli esperti del Cts, dovrebbe toccare alla Asl la decisione riguardante l’isolamento della classe o della scuola, fermo restando che, nel caso in cui il contagiato fosse un alunno, la classe andrebbe in quarantena.Il governo, invece, non è d’accordo: il ministro per gli Affari Regionali. Francesco Boccia, e il Partito democratico ritengono che, prima di lasciare tutti a casa, venissero effettuati i test molecolari rapidi in maniera tale da ridurre al minimo le chiusure. Altro nodo da sciogliere quello riguardante la didattica a distanza: i docenti, infatti, non potrebbero insegnare in quanto considerati in malattia, come tutti gli altri lavoratori.In merito alle misure di sicurezza per le scuole, il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, ha lasciato intendere che la decisione definitiva la prenderà il governo e non il CTS: ‘Finché non c’è un accordo non ci sono linee guida’. 

Loading...

Distanziamento fisico di un metro: ‘Obiettivo da garantire quanto prima’

Per ora il documento dell’Istituto Superiore della Sanita riguardante la riapertura delle scuole e la gestione dei contagi, rimane sul tavolo del ministro della Salute, Roberto Speranza. In ogni caso, nelle riunioni svolte ieri sera con la presenza della ministra Azzolina, del commissario Domenico Arcuri, degli esperti del Cts e dei sindacati, il Comitato Tecnico Scientifico ha confermato che, sebbene il distanziamento fisico di un metro sia considerato uno dei punti chiave della prevenzione anti-Covid, per ora resta soltanto ‘un obiettivo da garantire quanto prima’. È impossibile, infatti, mantenere questo distanziamento laddove non sono arrivati i banchi o non sono state trovate le aule aggiuntive: si può cominciare senza distanziamento soltanto dove non è possibile realizzarlo. In ogni caso occorre che tutti lavorino per trovare in tempi rapidi le opportune soluzioni.

Loading...