De Luca sta lavorando sulla riapertura delle scuole
De Luca sta lavorando sulla riapertura delle scuole

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca sta prendendo tutte le opportune precauzioni per la riapertura delle scuole. Come informa l’Ansa De Luca sta verificando con i responsabili della pubblica istruzione e l’unità di crisi di prendere il controllo della temperatura corporea all’interno degli istituti. Il governatore della Campania ritiene non realistica la previsione nazionale del monitoraggio domestico.

De Luca: il colloquio con Arcuri

Attualmente è in corso un monitoraggio delle tipologie di classe e degli stessi istituti. C’è la consapevolezza che basterebbe un solo alunno con febbre a creare una reazione a catena che potrebbe essere difficile da gestire. Vincenzo De Luca ha dichiarato: “Questa mattina ho avuto un colloquio con il commissario Arcuri relativo all’obiettivo di poter arrivare a breve, con le dotazioni necessarie, fino a diecimila tamponi al giorno”.

Loading...

I recuperi inizieranno il 1° settembre

Il ministero dell’Istruzione ha ribadito come le scuole riapriranno il 1° settembre per l’inizio dei corsi di recupero, mentre dal 14 settembre partiranno le lezioni regolari. Il MIUR ha ricordato, inoltre, come il 24 agosto partirà l’help desk per gli istituti. Per chi non lo sapesse, l’help desk è un servizio dedicato esclusivamente alla ripresa, al riavvio. Un punto di riferimento su cui le scuole potranno contare in caso di domande o dubbi. L’help desk sarà attivo dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Loading...

Miur: “Lavoro importante per la ripresa”

Il Miur ha dichiarato: “In questi mesi è stato fatto un importante lavoro per la ripresa che ha coinvolto tutti i ministeri interessati, le regioni, gli enti locali, gli uffici scolastici regionali, le scuole, con tutto il personale e i dirigenti scolastici, le parti sociali, le associazioni di studenti, genitori”. Il ministero ha poi ricordato il deposito delle linee guide avvenuto lo scorso 26 giugno. Un gesto importante che ha permesso l’avvio delle operazioni per la ripresa.

Al servizio degli studenti

Il Miur ha poi affermato: “Il ministero non ha mai lasciato sola la scuola e continuerà a supportarla in un’ottica di grande comunità al servizio delle studentesse e degli studenti”. Ha poi spiegato come il lavoro non è certo finito, ma proseguirà anche dopo il primo suono della campanella dell’anno scolastico 2020/2021.