GPS e graduatorie istituto 2020/21, i docenti di ruolo possono accettare supplenze?

Immissioni in ruolo 2020/2021, dal prossimo 28 agosto e sino al 1° settembre sarà possibile presentare la domanda per la cosiddetta ‘chiamata veloce‘: le istanze di partecipazione saranno disponibili per via telematica.

Immissioni in ruolo 2020/1 per ‘chiamata veloce’

In sostanza, cosa succederà nei prossimi giorni? Una volta terminate le operazioni annuali di immissioni in ruolo, gli Uffici Scolastici provvederanno a comunicare, entro il prossimo 27 agosto, i posti rimasti vacanti e disponibili: la pubblicazione verrà effettuata sui rispettivi siti Web istituzionali oltre all’inserimento in piattaforma Istanze Online.

Loading...

La procedura per la ‘chiamata veloce riguarda i docenti inseriti nelle graduatorie utili per l’immissione nei ruoli del personale docente o educativo (GaE, GM2016, GM2018) i quali possono presentare istanza al fine dell’immissione in ruolo in territori diversi da quelli di pertinenza delle medesime graduatorie.

Presentazione della domanda

La domanda andrà presentata attraverso l’apposita piattaforma ministeriale indicando la Regione prescelta. Le domande presentate con modalità differenti non saranno prese in considerazione. Con la domanda di partecipazione, ciascun aspirante dovrà:

1) scegliere la Regione di partecipazione
2) indicare la Provincia o le Province di destinazione, esclusivamente nell’ambito della Regione scelta;
3) nel caso di più Province di destinazione, l’ordine di preferenza tra le stesse e, per ciascuna Provincia, l’ordine di preferenza tra i posti per i quali si partecipa;
4) in caso di un’unica Provincia di destinazione, l’ordine di preferenza tra i posti per i quali si partecipa.
I soggetti inseriti nelle graduatorie utili per l’immissione in ruolo in una certa Regione, potranno presentare domanda di partecipazione per un’altra Regione, scegliendo una o più province di una sola Regione. 

Docenti inseriti nelle Gae ed esclusioni

I soggetti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, potranno, in alternativa alla presentazione della domanda in altra Regione, presentare istanza per i posti disponibili in altre province della stessa Regione rispetto alla provincia in cui risultano collocati.
I soggetti inseriti in prima fascia GAE, che risultano già presenti in due province, possono scegliere comunque una sola Regione.

Sono esclusi dalla procedura i soggetti già di ruolo ovvero già destinatari di proposte di assunzione a tempo indeterminato in ciascun anno scolastico di riferimento, stante la finalizzazione della procedura di chiamata, disciplinata dal presente decreto, alla riduzione dei contratti a tempo determinato.
In buona sostanza non possono partecipare alla procedura i soggetti nominati nelle operazioni di immissione in ruolo ordinarie o che abbiano rinunciato alla nomina.

Entro il 7 settembre le assunzioni

Entro il giorno 2 settembre 2020, gli USR pubblicheranno gli elenchi degli aspiranti graduati sulla base dei punteggi: entro il 7 settembre saranno predisposte le assunzioni a tempo indeterminato dei soggetti che risultano in posizione utile. 

Una volta concluse le immissioni in ruolo per ‘call veloce’, dovrà essere avviata immediatamente la procedura relativa al conferimento delle supplenze da graduatorie ad esaurimento e dalle nuove graduatorie provinciali per le supplenze: la procedura dovrà concludersi entro il 14 settembre