GPS 2020 e d'Istituto: tutto sulle convocazioni
GPS 2020 e d'Istituto: tutto sulle convocazioni

Una guida sulle convocazioni GPS 2020 e d’Istituto – Il Ministero dell’Istruzione con l’Ordinanza ministeriale n.60 del 10/07/2020 ha regolamentato le nuove modalità inerenti le supplenze a scuola. Ha istituito le nuove graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) e ha consentito l’aggiornamento di quelle d’istituto per il biennio 2020/2021 e 2021/2022.

GPS 2020 e d’Istituto: Come avverranno le convocazioni?

Potranno essere attribuite le seguenti supplenze:

Loading...
  • Supplenze annuali (fino al termine dell’anno scolastico 31 agosto);
  • Supplenze sino al termine delle attività didattiche (30 giugno) 
  • Supplenze brevi o saltuarie: queste ultime (disponibili entro il 31 dicembre) saranno attribuite dagli Uffici Scolastici Territoriali utilizzando in ordine:
  1. Le GAE – gestione a cura dell’ambito territoriale competente
  2. Le GPS – gestione a cura dell’ambito territoriale competente

L’ordine delle operazioni

L’ATP (Ambito Territoriale Provinciale) avrà cura di pubblicizzare sul proprio sito web istituzionale il quadro complessivo delle disponibilità (e delle relative sedi) e il calendario delle convocazioni. Utile sapere che in corso di nomina e di attribuzione delle supplenze i dati saranno costantemente aggiornati, al termine delle operazioni quotidiane, sui siti degli stessi ATP.

Loading...

Per quanto concerne l’ordine di convocazione delle graduatorie per le nomine si seguirà la presente sequenza:

  1. Gli aspiranti inclusi nelle GAE;
  2. Gli aspiranti inclusi nelle GPS di prima fascia;
  3. Gli aspiranti inclusi nelle GPS di seconda fascia.

Priorità nomine su posti di sostegno

Le nomine dei docenti sul sostegno seguiranno questo ordine:

  1. I docenti specializzati presenti negli elenchi collegati alle GAE;
  2. I docenti aspiranti inclusi nelle GPS di sostegno di prima e seconda fascia;
  3. Individuando i destinatari sulla base del miglior punteggio, incrociando le GPS di posto comune (prima le GAE e poi le GPS del medesimo grado).

Accettazioni e rinunce delle nomine

L’aspirante docente che rinuncia ad una proposta di supplenza assunzione, per l’anno scolastico in corso, non avrà più titolo a ulteriori proposte di supplenze per la sopraggiunta disponibilità alla medesima graduatoria o in alternativa a posti di sostegno.

GPS 2020 e d’Istituto: diritto al completamento per supplenze al 30/6 o al 31/8

L’aspirante cui è conferita una supplenza a orario non intero in caso di assenza di posti interi, conserva titolo, in relazione alle utili posizioni occupate nelle diverse graduatorie di supplenza, a conseguire il completamento d’orario, esclusivamente nell’ambito della provincia di inserimento, fino al raggiungimento dell’orario obbligatorio di insegnamento previsto per il corrispondente personale di ruolo, tramite altre supplenze a orario non intero. Tale completamento può attuarsi anche mediante il frazionamento orario delle relative disponibilità, salvaguardando in ogni caso l’unicità dell’insegnamento nella classe e nelle attività di sostegno“.

Rinuncia a supplenza al 30/6 per supplenza fino al 31/8 e Riserve Legge 68/99

Si potrà rinunciare ad una proposta di assunzione per supplenza temporanea sino al termine delle attività didattiche per l’accettazione successiva di supplenza annuale per il medesimo o diverso insegnamento. Questa possibilità sarà consentita durante il periodo occorrente per il completamento delle operazioni ed esclusivamente prima della stipula dei relativi contratti.

Durante il conferimento dei contratti di supplenza da GAE e GPS sono disposte le riserve, per i posti riservati alle categorie beneficiarie delle disposizioni di cui alla Legge 12 marzo 1999 n. 68 (Invalidità civile pari o superiore al 46%).

La nuova procedura informatica

L’Ordinanza Ministeriale n. 60 del 10/07/2020 ha previsto che per le convocazioni le Istituzioni Scolastiche dovranno utilizzare esclusivamente la procedura informatica. Verranno convocati solamente gli aspiranti che siano o parzialmente occupati o inoccupati.

Per le supplenze pari o superiori a 30 giorni, la proposta di assunzione deve essere trasmessa con un preavviso di almeno 24 ore rispetto al termine utile per la risposta di disponibilità da parte dell’aspirante. L’accettazione viene acquisita telematicamente, a quel punto viene fissato il termine per la presa di servizio effettiva, vi sono 24 ore per effettuarla, salvo i casi previsti dalla normativa vigente“.

La proposta di assunzione dovrà contenere:

  • Tutti i dati della supplenza: data di inizio, durata, l’orario complessivo settimanale, distinto con i singoli giorni di impegno;
  • Il giorno e l’orario entro cui far pervenire la risposta;
  • Le indicazioni di tutti i contatti della scuola (indirizzo, recapito telefonico, email e pec).

Nel caso di comunicazioni multiple dirette a più aspiranti docenti, questa dovrà contenere:

  • L’ordine di graduatoria in cui ciascun candidato è collocato rispetto agli altri aspiranti convocati;
  • La data in cui sarà assegnata la supplenza.