Rientro a scuola, Zingaretti: 'Chiesto al Governo coordinamento interministeriale'

Riapertura delle scuole, a poco più di due settimane dall’inizio del nuovo anno scolastico 2020/1 cresce la preoccupazione per il rientro in classe a motivo della possibile impennata di contagi Covid.

Il segretario del Partito democratico, Nicola Zingaretti, ha rilasciato un’intervista al ‘Corriere della Sera‘ di oggi, mercoledì 26 agosto 2020: tra i vari argomenti trattati anche quello della ripartenza della scuola.

Loading...

Rientro a scuola, Zingaretti: ‘Impennata Covid? Ci sarà, è previsto’

Il segretario dem è convinto che, con la riapertura delle scuole, assisteremo ad un’impennata del Covid: ‘È previsto – ha dichiarato Zingaretti – Il negazionismo è stata una propaganda sciagurata. Dobbiamo continuare a governare il problema nel delicato equilibrio tra aumento dei livelli di sicurezza e la necessità della ripresa delle attività sociali ed economiche’.

Non poteva mancare la domanda riguardante la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, al centro di feroci polemiche per la sua gestione ‘riapertura scuole’: le critiche non sono mancate nemmeno dal partito Democratico.

‘Azzolina? Da luglio abbiamo chiesto al governo un coordinamento interministeriale’

‘Critiche alla ministra Azzolina? Sono mesi che tutti i giorni stiamo ponendo questo tema – ha ribadito Nicola Zingaretti – Da luglio abbiamo chiesto al governo un coordinamento interministeriale. Ritengo sbagliato ogni atteggiamento polemico o insofferente rispetto al mondo della scuola, che deve essere coprotagonista in questa prova difficile. Lo stesso calendario che si è costruito, che prevede un’interruzione delle lezioni subito dopo l’apertura, mi appare problematico. Avevamo suggerito di organizzare in tempo luoghi alternativi per svolgere le elezioni e il referendum’.