Test d'ingresso per la facoltà di Medicina
Test d'ingresso per la facoltà di Medicina

L’Università dell’Insubria è stata scelta dal Ministero come sede del test d’ingresso per accedere alla facoltà di Medicina e Chirurgia. A causa delle norme anti-Covid, i candidati dovranno sostenere l’esame giovedì 3 settembre nelle sedi di Malpensafiere e Lario Fiere.

Maxi test per accedere alla facoltà di Medicina

Sono ben 1699 contro i 586 dell’anno scorso i candidati che si apprestano a fare il test d’ingresso per la facoltà di Medicina all’Università dell’Insubria, sede scelta dal Ministero.

Loading...

Tuttavia, le future matricole, per rispettare le norme di sicurezza imposte dal Coronavirus, sosterranno l’esame in due diverse sedi: Malpensafiere a Busto Arsizio e Lario Fiere a Erba.

Loading...

Nello specifico, i candidati si recheranno presso la sede accademica più vicina alla propria residenza, non necessariamente corrispondente a quella scelta per l’ammissione.

Ad ogni modo, a Busto Arsizio sono convocati 849 candidati, mentre a Erba 850.

Come nel caso dell’Università di Torino, si tratta di uno sforzo organizzativo ed economico notevole.

Il rettore dell’ateneo Angelo Tagliabue si è comunque espresso positivamente sull’organizzazione dei test. “Il nostro ateneo ha saputo rispondere in tempi rapidi e con capacità alle richieste del Ministero per assicurare a tutti gli aspiranti medici e odontoiatri di fare il test in sicurezza”.

Modalità di accesso alle sedi dei test

Il 3 settembre, in entrambe le sedi, l’ingresso dei candidati comincerà alle ore 8 in maniera scaglionata. Prima, però, si procederà con la misurazione della temperatura e l’igienizzazione delle mani.

Per accedere al test della facoltà di Medicina sarà necessario avere con sé almeno due mascherine, carta d’identità e autocertificazione Covid.

Sarà, inoltre, permesso introdurre in sede di test anche una bottiglietta d’acqua e snack confezionati. Zaini, cellulari, smartwatch e tutto ciò che sarà ritenuto non indispensabile non verrà ammesso.

Inoltre, durante tutta la procedura occorrerà mantenere il distanziamento sociale e seguire le indicazioni fornite dal personale incaricato.

Anche all’esterno dei poli fieristici, bisognerà evitare gli assembramenti. Per questo, i candidati della facoltà di Medicina non potranno presentarsi al test accompagnati.

I numeri di quest’anno alla facoltà di Medicina

In totale, su tutto il territorio nazionale, i candidati per accedere alla facoltà di Medicina sono 66.638, circa duemila in meno rispetto allo scorso anno.

I posti a disposizione, invece, sono soltanto 13.072. Ciò significa che ce la farà uno su cinque.

Il test d’ingresso si terrà contemporaneamente in tutte le sedi italiane. La durata è di cento minuti, durante cui i candidati dovranno rispondere a sessanta quesiti con risposta a scelta tra cinque opzioni, riguardanti cultura generale, logica, biologia, chimica, fisica e matematica.

Per quanto riguarda gli iscritti all’Università dell’Insubria, i posti disponibili sono 150 per la laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia. Solo 20 per Odontoiatria e protesi dentaria.

La pubblicazione dell’elenco delle future matricole della facoltà di Medicina è programmata per il 29 settembre sul sito www.uninsubria.it.