Scuola -1, Conte assicura: 'Si ritorna in classe con fiducia'

Il premier Giuseppe Conte ha tenuto una conferenza stampa oggi, 9 settembre, per parlare della riapertura delle scuole, prevista ufficialmente per il 14 settembre.

Conferenza stampa Conte sulla riapertura delle scuole

‘L’anno scolastico ricomincerà e ricomincerà il 14 settembre – ha confermato il Presidente del Consiglio – anche se alcune regioni si sono discostate. Ci saranno nuove regole che illustreremo durante questa conferenza. I ragazzi sono la nostra priorità. La scuola riparte con carenze, ritardi che sono strutturali e si trascinano di anno in anno – ha voluto precisare il leader dell’esecutivo – carenze e ritardi a cui quest’anno si aggiungono le difficoltà del COVID-19. Questo comporterà sforzo maggiore, da parte di noi del governo in primis. Ma anche studenti, famiglie. Per ripartire è necessario uno sforzo collettivo.’

Loading...

Conte: ‘Nuovo inizio per la scuola ma non dobbiamo aver paura’

Il premier ha ripreso le dichiarazioni della ministra Azzolina in merito al fatto che ‘non esista rischio zero’ in relazione al rientro in classe, ‘ma non dobbiamo aver paura. Una cosa è certa – ha sottolineato Conte – abbiamo fatto di tutto per dare alla scuola un nuovo inizio. La scuola ricomincia con nuove risorse, 7 miliardi da inizio anno sono stati stanziati.’
Il Presidente del Consiglio ha colto l’opportunità per ringraziare i ministri Azzolina, De Micheli, Speranza, Boccia oltre al Commissario straordinario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri, non dimenticando, ovviamente, il Comitato Tecnico Scientifico.

Loading...

Mascherine, banchi e mezzi di trasporto

Conte ha sottolineato come gli orari di entrata e uscita potranno essere scaglionati ma questo verrà deciso dalle singole scuole, in base alle loro particolari situazioni. Il premier ha ricordato la fornitura gratis quotidiana delle mascherine che dovranno essere usate all’ingresso e all’uscita da scuola ma che potranno essere tolte al banco a condizione che venga mantenuto il distanziamento richiesto. ‘Distribuiremo 11 milioni di mascherine al giorno che saranno gratuite per tutti gli studenti, non solo per il personale.’
Questione nuovi banchi: l’Italia se ne è accaparrati 2 milioni e 400mila – ha sottolineato il Presidente del Consiglio – con consegne già partite per i paesi delle zone rosse come Codogno, Alzano e Nembro e continueranno a essere spediti in queste settimane.
‘Sui mezzi di trasporto scolastico dovranno essere indossate mascherine chirurgiche e la capienza massima sarà fino all’80%.

Conte si è rivolto agli insegnanti e agli studenti

Il premier Giuseppe Conte ha voluto rivolgersi, infine, agli insegnanti e agli studenti facendo loro il suo personale augurio per il prossimo anno scolastico: ‘Sulla scuola stiamo facendo quello che non è stato fatto in tanti anni. Penso al piano di assunzioni che arriverà a mettere in ruolo 160mila docenti. Questo per la scuola potrà essere un nuovo inizio. Possiamo finalmente investire in prospettiva grazie al Recovery Fund. Non vogliamo più classi pollaio. Vogliamo una scuola più inclusiva, digitalizzata.’
Agli studenti, Conte ha detto: ‘Sarebbe una bugia dire che dal 14 settembre sarà tutto meglio di prima. Anche sapendo delle difficoltà, penso a un positivo in classe, vi invito a rispettare le regole.’
E agli insegnanti: ‘Voi diventerete in questa fase il punto di riferimento dei ragazzi. Tutto passa dalla scuola. Il governo c’è siamo tutti coinvolti in questa sfida e vogliamo vincerla.’.