Supplenze 2020/21, rinuncia da GPS e GAE: chiarimenti

Riceviamo e pubblichiamo una lettera gentilmente inviataci da una nostra lettrice.

Lettera, ‘Emergenza scuola privata già iniziata’

Salve, sono una mamma e da oggi mia figlia è tra i banchi di scuola. Meravigliosa accoglienza e comprensibile voglia di ricominciare. Purtroppo in aula gli alunni stanno senza mascherina come in mensa. Se mia figlia dovesse affrontare una quarantena per casi di positività in classe dovrei andare in quarantena io, suo padre,i miei dipendenti, gli insegnanti…. tutto non si fermerebbe brutalmente danneggiando l’economia del paese e si fermerebbe anche la possibilità di avere una degna istruzione. Accettiamo che siamo in guerra Covid anche se spesso nascondiamo la testa sotto la sabbia perchè stanchi di questo brutto vivere. 

Loading...


Denuncio un’euforia di gruppo nel riaprire le scuole e tornare ad una apparente normalità a rischio della salute di tutti noi. Anzichè sognare una sicurezza dettata dalla voglia di riprendere una vita normale, non è meglio rimboccarsi le maniche e fare qualcosa concretamente prima di ritrovarci pentiti? 

Loading...


Ad alcune decisioni scellerate non possiamo far finta di niente per poi scaricare la colpa su qualcuno che con tanta incompetenza ci ha fatto fare il burattino. Questa Ministra, nello specifico, non poteva potenziare la scuola on line, organizzandola bene con programmi interessanti anche per essere seguiti dai più piccoli con dei premi, con dei giochi, dando un vero contributo alle famiglie per organizzarsi con una collaboratrice durante l’assenza dal lavoro o nel caso esonerare parzialmente alcune mamme dal lavoro? 


Muovere mezzo mondo con trasporti in tilt, costosi banchi a le rotelle, che personalmente devo ancora capire se servono per rincorrere o meno i virus, l’allontanamento dei nonni e spesa pubblica assurda, a me sembra pura follia. Negli anni 60 abbiamo avuto il Maestro Manzi che ha alfabetizzato mezza Italia, vogliamo noi non essere in grado di fare una didattica decente a distanza senza bloccare nuovamente l’economia italiana? Cerchiamo di agire subito, purtroppo sappiamo quanti danni sta facendo il Covid 19. Grazie.