Supplenze da GPS, Nota Ministero Istruzione su valutazione titoli esteri
Supplenze da GPS, Nota Ministero Istruzione su valutazione titoli esteri

Con la nota 1588 del Ministero dell’Istruzione si chiarisce che le istanze per le GPS (graduatorie provinciali supplenze) sono controllate a più livelli: 

  • dal sistema informativo,
  • dagli ambiti territoriali con le scuole polo 
  • dalle scuole dove l’aspirante stipula il primo contratto di lavoro.

Controllo istanze GPS: nota MI

In base alle disposizioni della nota del Ministero dell’Istruzione, le scuole dove viene stipulato il primo contratto da GPS, devono effettuare tempestivamente i controlli. Il dirigente scolastico comunicherà l’esito all’Ufficio territoriale, che a sua volta convalida a sistema i dati e ne dà comunicazione all’interessato.

I titoli registrati serviranno per la presentazione di ulteriori istanze e andranno a costituire l‘anagrafe nazionale del personale docente.

Controlli graduatorie: esito negativo?

In caso di esito negativo del controllo dell’istanza per le graduatorie, il dirigente scolastico ne darà comunicazione all’Ufficio competente. In base al problema, sarà possibile l’esclusione o la rideterminazione dei punteggi e delle posizioni. Anche l’interessato viene informato. Spetta al dirigente scolastico la conseguente determinazione ai fini dell’eventuale responsabilità penale di cui all’articolo 76 del DPR 445/2000.

Quando sono riscontrate dichiarazioni false, il servizio prestato dall’aspirante è dichiarato come prestato di fatto e non di diritto, per cui non dà diritto a punteggio, anzianità di servizio e progressione carriera. Il contratto non viene perfezionato o viene rescisso, nel caso in cui il titolo di accesso non è valido. Altri chiarimenti del MI.