Legge 104/92, riconoscimento invalidità 2020: novità in arrivo?

Arrivano novità per chi vuole usufruire della Legge 104/92? Il sito Disabili.com riferisce che in sede di conversione in legge del Decreto Semplificazioni è stato introdotto un articolo che contiene semplificazioni nel procedimento di accertamento dello stato di invalidità e handicap. Si tratta del 29 ter.

Accertamento invalidità e legge 104

Cosa potrebbe cambiare nell’accertamento dello stato di invalidità legato alla Legge 104? Il Decreto semplificazioni, convertito in Legge il 10 settembre, presenta modifiche al testo originario introducendo anche l’articolo 29 ter. Sottolineano che tali indicazioni non sono operative al momento, in quanto mancano ancora i passaggi parlamentari successivi.

Loading...

Il testo dell’art 29 ter (comma 1 e 2) recita:  (Semplificazione dei procedimenti di accertamento degli stati invalidanti e dell’handicap)
1.” Le commissioni mediche pubbliche preposte all’accertamento delle minorazioni civili e dell’handicap ai sensi dell’articolo 4 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, sono autorizzate a redigere verbali sia di prima istanza che di revisione anche solo sugli atti, in tutti i casi in cui sia presente una documentazione sanitaria che consenta una valutazione obiettiva.

2. La valutazione sugli atti può essere richiesta dal diretto interessato o da chi lo rappresenta unitamente alla produzione di documentazione adeguata o in sede di redazione del certificato medico introduttivo. In tale secondo caso spetta al responsabile della commissione di accertamento indicare la documentazione sanitaria da produrre. Nelle ipotesi in cui la documentazione non sia sufficiente per una valutazione obiettiva, l’interessato è convocato a visita diretta.

Cosa cambierebbe?

Cosa cambierebbe per chi vuole usufruire della Legge 104/92? Nel testo del nuovo articolo 29 ter si prevede che le commissioni possano valutare l’invalidità civile e l’handicap nei casi più evidenti, solo sulla base di documenti ed atti clinici, senza convocare l’interessato per una visita diretta.

Il secondo comma specifica che ciò può avvenire dietro richiesta dal diretto interessato o di chi lo rappresenta, previa produzione della documentazione adeguata. Guida alle agevolazioni della Legge 104 aggiornata ad agosto 2020.