Supplenze 2020/21, rinuncia da GPS e GAE: chiarimenti

La circolare annuale delle supplenze per l’anno scolastico 2020/2021 ha fornito le istruzioni e le indicazioni operative in materia di supplenze per il personale docente, educativo e ATA.

Rinuncia supplenza da Gae e o da GPS: cosa dice la circolare annuale

In merito alla rinuncia dell’aspirante supplente o alla sua assenza alla convocazione, si legge quanto segue: ‘La rinuncia o l’assenza alla convocazione comporta la perdita della possibilità di conseguire altra supplenza sulla base della GAE e delle GPS a seconda della graduatoria interessata dalla convocazione per il relativo insegnamento.’

Loading...

Chiarimenti su rinuncia supplenze da graduatorie ad esaurimento e graduatorie provinciali

A questo proposito, al fine di evitare fraintendimenti, è opportuno precisare che, ad esempio, l’insegnante convocato da Gae per un posto comune, in caso di rinuncia, mantiene in ogni caso la possibilità di stipulare il contratto sulla base delle GPS per il medesimo posto comune. Oppure il docente che dovesse rifiutare un posto di sostegno da Gae o da GPS, conserverebbe, comunque, il diritto alla convocazione dalla stessa graduatoria per il posto comune.
La rinuncia da Gae per il sostegno non preclude la possibilità di accettare la nomina da Gae per il posto comune e viceversa, in quanto si tratta di diverso insegnamento.

Loading...

La rinuncia da GPS posto comune consente di accettare la nomina da GPS posto di sostegno e viceversa perché anche in questo caso si tratta di diverso insegnamento.
La rinuncia da GAE posto comune per una determinata cdc permette di accettare la nomina da graduatoria ed esaurimento per altre classi di concorso. Ugualmente, la rinuncia da GPS posto comune per una certa cdc non preclude la possibilità di accettare la nomina sempre da GPS per altre classi di concorso.

Il docente che rinuncia ad un incarico da GAE su posto comune conserva ugualmente il diritto a stipulare il contratto di supplenza da GPS, sempre per il posto comune in quanto si tratta di graduatorie differenti.
Ne deriva che la perdita della possibilità di conseguire supplenze si applica solamente nell’anno scolastico in corso e riguarda solamente le convocazioni riguardanti la stessa classe di concorso.