Veterinaria 2020
Veterinaria 2020: sono online i risultati

Da martedì 15 settembre, sono usciti online i risultati del test d’ingresso di Veterinaria 2020. Quest’anno, ben l’82% dei candidati ha passato la prova.

Veterinaria 2020: risultati e punteggi

I risultati del test di Veterinaria 2020 sono stati resi disponibili online a partire da martedì 15 settembre sul portale Universitaly.

Loading...

Per vederli basta inserire le proprie credenziali (email e password) e selezionare l’università dove si è svolto il test.

Al momento, i candidati non sono stati resi riconoscibili dai nominativi, ma risultano indicati dal codice etichetta ricevuto durante la prova del 1° settembre.

Un dato significativo da considerare è che quest’anno per il test di Veterinaria si sono presentati circa duemila studenti in più rispetto al 2019.

Inoltre, gli idonei alla graduatoria sono stati ben l’82%, mentre l’anno scorso la percentuale si è fermata al 62%.

Il punteggio minimo da raggiungere, come sempre, è di 20 punti, ma la valutazione media si è rivelata nel complesso più alta: 38,26 contro 35,67 del 2019.

Malgrado questo dato, i posti disponibili a Veterinaria 2020 rimangono 890, pertanto accederanno alla graduatoria soltanto coloro che hanno ottenuto il punteggio più alto.

A livello geografico, la percentuale maggiore di idoneità è stata raggiunta a Padova con l’87,64%. Il punteggio medio più alto (39,87) è stato, invece, ottenuto all’Università Federico II di Napoli.

Il miglior candidato in assoluto, però, ha sostenuto l’esame a Milano, riscontrando un punteggio di 83,60 punti su 90.

Quando uscirà la graduatoria

Dopo la pubblicazione anonima dei risultati, il 25 settembre sarà possibile visualizzare su Universitaly i propri punteggi con l’utilizzo del codice di riconoscimento individuale.

Le graduatorie nazionali per Veterinaria 2020 saranno, infine, rese note martedì 29 settembre.

Occorre, tuttavia, tenere a mente che circa una settimana dopo la sua pubblicazione, dovrebbe avvenire il primo scorrimento di graduatoria.

Ciò si dovrebbe, poi, ripetere ogni settimana fino all’esaurimento dei posti disponibili in tutte le università.

Questo accade perché qualcuno potrebbe rinunciare ad immatricolarsi, non confermando l’interesse di iscriversi entro i termini stabiliti.

Così facendo, alcuni candidati potranno entrare nella graduatoria o accedere ad una sede migliore.

Giovedì 17 escono, invece, i risultati del secondo test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso di Medicina e Chirurgia.