Comunicato Ministero Istruzione: dati positività al Covid-19 aggiornati al 10 ottobre
Comunicato Ministero Istruzione: dati positività al Covid-19 aggiornati al 10 ottobre

Secondo quanto raccontato da Lucia Azzolina attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, in questi ultimi due giorni le infrastrutture telematiche del Ministero dell’Istruzione e i suoi profili social sono oggetto di attacco informatico da parte di hacker ben organizzati. La Polizia Postale in queste ore sta effettuando tutte le indagini per risalire agli autori del reato informatico attualmente in corso.

Attacco hacker senza precedenti: in pericolo le infrastrutture del Ministero dell’Istruzione e dei profili social della ministra Azzolina

Si tratterebbe di una vera e propria offensiva di hackeraggio messa in piedi con una strategia senza precedenti. Un attacco multiplo che avrebbe mandato in crash tutti i sistemi e le infrastrutture telematiche del Ministero dell’Istruzione. Una situazione grave che si aggiunge a quella relativa al rientro a scuola nel bel mezzo di una pandemia Covid-19.

Loading...

Ad anticipare nei giorni scorsi quanto stava accadendo è stato l’Huffington Post. Il noto quotidiano ha raccontato di alcune anomalie circa la mole di richieste di cambio di password provenienti da profili di utenti alle dipendenze del ministero. Il moltiplicarsi di queste richieste hanno messo in allarme i tecnici informatici del ministero.

Soltanto ieri, sarebbe scattata la vera e propria offensiva informatica: si sono registrati molti tentativi di accesso illegali ai profili ministeriali, al fine di rubare le identità e le anagrafiche degli utenti del ministero. La stessa cosa, in parallelo, è avvenuta sui profili social, sulle nuove caselle mail e in quasi tutte le strutture informatiche ministeriali. Un attacco hacker incrociato e simultaneo mai visto prima.

Secondo gli esperti di sicurezza informatica del MI, il raggio d’azione è talmente vasto e strutturale che si pensa proprio ad una organizzazione ben solida formata da più gruppi d’azione. Secondo alcune indiscrezioni più tecniche il via a questa operazione, sarebbe partito dal “Deep web“, una sorta di Internet parallelo e quasi sconosciuto alla maggior parte dei semplici navigatori informatici. Da questa infrastruttura parallela sarebbe partito l’ordine di attacco rivolto direttamente alla titolare del Dicastero di Viale Trastevere.

Attualmente sono in corso le indagini da parte della Polizia Postale, la quale avverte tutti i dipendenti del ministero di stare in guardia da possibili frodi d’identità. A tal proposito, gli inquirenti non escludono ulteriori episodi che potrebbero verificarsi nelle prossime ore anche ai danni dei malcapitati profili dei dipendenti pubblici. Ovviamente, l’intento di questo attacco è quello di carpire molte più informazioni possibili: dati sensibili e tutto quanto legato all’anagrafica dei dipendenti.

Raccomandazioni sulla sicurezza informatica

Attenzione dunque alle mail che potrebbero giungere in questi giorni a tutto il personale scolastico da parte del Ministero dell’Istruzione. Si fa preghiera di verificare la loro autenticità per evitare di incorrere in problemi successivi relativi all’accesso a tutti i canali telematici del MI.

Ecco cosa precisa la ministra Lucia Azzolina nel suo post pubblicato sulla sua pagina Facebook: “Non ci spaventiamo e non ci faremo fermare neanche da questo tipo di aggressioni. Un ringraziamento alla Polizia Postale per la rapidità e la professionalità con cui sta gestendo questa vicenda”.