Supplenze da GPS, raffica di nomine sbagliate: precari su tutte le furie
Supplenze da GPS, raffica di nomine sbagliate: precari su tutte le furie

Supplenze da Graduatorie Provinciali per le Supplenze 2020/21, è sempre più caos. L’obiettivo sarebbe quello di chiudere con le nomine entro il 24 settembre per cercare di ridurre i numerosissimi disagi alle scuole ma in diversi casi gli Uffici Scolastici stanno assegnando migliaia di supplenze annuali utilizzando GPS non corrette, se non addirittura falsate.

Caos supplenze da GPS, la rabbia dei precari

Anief, riprendendo un articolo pubblicato da ‘Orizzonte Scuola‘, sottolinea come, ad esempio, in alcune province che hanno pubblicato le rettifiche alle graduatorie vi sono degli aspiranti che hanno visto il proprio punteggio modificato da 69 a 43 punti o da 25,5 a 40,5.

Loading...

Le segnalazioni giungono da diverse zone d’Italia: a Napoli, vi sono precari che non risultano negli elenchi pur avendone diritto in base al loro punteggio. Al contrario, persone in posizione molto più bassa si sono visti conferire l’incarico e prenderanno servizio mercoledì.

Le stesse problematiche sono state segnalate a Padova dove l’Ufficio scolastico “ha fatto pervenire ai candidati in posizione utile, contemporaneamente tante proposte di assegnazione quante sono le graduatorie alle quali si è iscritti. Potendo, però, ciascun candidato scegliere una sola cattedra, questo sistema ha avuto l’effetto di riservare al candidato che abbia punti a sufficienza, oltre che la cattedra che effettivamente sceglierà anche quelle per le quali non accetterà la proposta di assegnazione”. Con questo sistema “molti docenti si sono trovati sparati in scuole molto distanti dal loro comune di residenza, e dalla loro scuola di assegnazione di precedenti anni scolastici, alla faccia della continuità didattica. Tanto più che beffa delle beffe: se magari si libera un posto nella tua scuola di precedente assegnazione non puoi prenderlo perchè significherebbe rinunciare all’assegnazione fatta quindi essere esclusi in automatico dalle successive convocazioni”.

Anief: ‘Riaprire le Gae, GPS con tabelle valutazione discutibili’

Il presidente di Anief, Marcello Pacifico, sottolinea ‘l’ostinazione dell’amministrazione scolastica di introdurre le graduatorie provinciali per le supplenze sulla base di criteri di accesso non omogenei e tabelle di valutazione a dir poco discutibili andando a determinare uno scenario che l’Anief ha denunciato da prima che lo stesso regolamento delle Gps fosse pubblicato.’

‘Se non si apporranno celeri modifiche alle graduatorie, valutando a fondo la consistenza dei nostri reclami e ricorsi, ci ritroveremo con una situazione cattedre ancora peggiore dell’anno scolastico passato, quando le nomine si accavallarono fino in pieno inverno, con ampio ricorso della Messa a disposizione e addirittura annunci social da parte dei dirigenti scolastici. A questo punto è necessario riaprire le GaE al personale con titolo valido per insegnare e che hanno svolto 36 mesi di servizio, come abbiamo chiesto nel reclamo collettivo al Consiglio d’Europa’.