Supplenza breve da graduatorie istituto, quando si può lasciare? Indicazioni Ministero Istruzione

Quando può essere richiesto il part time, ovvero il rapporto di lavoro a tempo parziale? 

Supplenze annuali e richiesta part time: procedura e normativa

Il CCNL 2006/9 comparto scuola ha previsto la possibilità di sottoscrivere contratti a tempo determinato part time. Il comma 6 dell’articolo 25 indica quanto segue: ‘L’assunzione a tempo determinato e a tempo indeterminato può avvenire con rapporto di lavoro a tempo pieno o a tempo parziale. In quest’ultimo caso, il contratto individuale di cui al comma 4 indica anche l’articolazione dell’orario di lavoro.’

Loading...

Tuttavia, l’aspirante supplente che intende chiedere il tempo parziale dovrà formulare tale richiesta al Dirigente Scolastico della scuola assegnata: infatti, qualora non si opti per uno degli spezzoni, l’aspirante supplente non potrà scegliere in sede di convocazione una porzione di posto intero, disaggregando cattedre interne o cattedre tra più scuole. In ogni caso, si ritiene opportuno che l’aspirante faccia ugualmente presente all’Ufficio Scolastico la propria intenzione di richiedere il part time anche se la domanda vera e propria verrà fatta al proprio DS.

La trasformazione del rapporto di lavoro in part time non è automatica ma subordinata alla valutazione discrezionale dell’amministrazione interessata la quale non ha più l’obbligo di accoglierla: tale trasformazione “può essere concessa entro 60 giorni dalla domanda“. Qualora la richiesta andasse incontro ad un esito negativo, le scelte effettuate devono risultare evidenti dalla motivazione del diniego, per consentire al lavoratore di conoscere le ragioni dell’atto, di ripresentare nuova domanda se lo desidera e, qualora lo ritenga necessario, consentire l’attivazione del controllo giudiziale. Qualora l’amministrazione ritenesse accoglibile l’istanza del dipendente ma con diverse modalità, è comunque necessaria una nuova manifestazione del consenso da parte del dipendente per il perfezionamento dell’accordo.

Supplenze brevi, part time e spezzone orario

Il part-time non può essere richiesto, invece, nel caso di “supplenze brevi” ovvero supplenze diverse da quelle fino al termine dell’anno scolastico (31 agosto) e fino al termine delle attività didattiche (30 giugno).

Tuttavia, il supplente potrà, comunque, accettare uno spezzone orario (inferiore al monte ore obbligatorio previsto per quel grado/ordine di scuola). Vi è una sostanziale differenza tra la richiesta di part time e l’accettazione di uno spezzone orario: con il part time, il docente accetta la supplenza sull’intero ‘monte orario’ e solo successivamente chiede al proprio DS che il contratto venga trasformato in regime di part time; l’accettazione dello spezzone orario inferiore rispetto all’orario ‘pieno’, invece, è diretta.