Supplenze 2020/21, conferimento spezzoni pari o inferiori a 6 ore: nuove disposizioni Ministero
Supplenze 2020/21, conferimento spezzoni pari o inferiori a 6 ore: nuove disposizioni Ministero

Supplenze per l’anno scolastico 2020/21, la Nota del Ministero dell’Istruzione N. 26841 ha previsto un’importante disposizione in merito al conferimento degli spezzoni pari o inferiori a 6 ore. Come fa notare una nota informativa diffusa da Flc-Cgil, si tratta di un passaggio inserito su richiesta dello stesso sindacato unitamente alle altre organizzazioni sindacali.

Spezzoni pari o inferiori a 6 ore, cosa dice la Nota N. 26841

Nella Circolare annuale delle supplenze, infatti, si legge: ‘Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, dell’ordinanza, nella scuola secondaria di primo e di secondo grado, in subordine a quanto previsto al comma 2, in applicazione dell’articolo 22, comma 4, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, il dirigente scolastico attribuisce, come ore aggiuntive oltre l’orario d’obbligo, fino a un orario complessivo massimo di ventiquattro ore settimanali, con il consenso degli interessati, le ore di insegnamento pari o inferiori a sei ore settimanali, che non concorrono a costituire cattedre o posti orario, ai docenti dell’organico dell’autonomia, in possesso di specifica abilitazione o specializzazione sul sostegno o, in subordine, del titolo di studio valido per l’insegnamento della disciplina’.

Qualora le ore derivino da frazionamento di un posto intero, queste devono essere attribuite a supplenza

Flc-Cgil sottolinea quanto indicato all’articolo 22 della suddetta Legge 448/2001 in merito agli spezzoni pari o inferiori a 6 ore che non possono essere accorpati per la costituzione di cattedre. Allo stesso tempo, si dispone che solo ed esclusivamente gli spezzoni pari o inferiori a 6 ore possono essere trattati come spezzoni e attribuiti come ore aggiuntive oppure utilizzati per il completamento orario dei supplenti che avessero una cattedra a orario non intero. Pertanto, se le ore derivano da frazionamento di un posto intero, queste dovranno essere attribuite a supplenza.