Comunicato Ministero Istruzione, Giornata della Memoria e dell'Accoglienza: 'Lampedusa porta d'Europa'

Concorso straordinario docenti scuola superiore, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la Nota contenente le istruzioni per lo svolgimento della prova d’esame. Sarà un concorso ‘blindato’, così come lo ha definito il quotidiano ‘Il Messaggero‘ nell’edizione di oggi, 1 ottobre.

Concorso straordinario, mascherina obbligatoria

Ogni candidato, infatti, dovrà dotarsi di idoneo dispositivo di protezione individuale e dovrà tenerlo indossato sempre, prima, durante e dopo lo svolgimento della prova, ovvero all’ingresso, in aula d’esame e all’uscita dalla struttura. La mascherina chirurgica, quindi, dovrà coprire in modo corretto le vie aeree per tutto il tempo di permanenza all’interno della struttura sede d’esame.

Ciascun partecipante al concorso sarà tenuto a firmare un’autocertificazione con la quale dichiara, sotto la propria responsabilità, di non avere il Covid né di averlo avuto. Le operazioni di identificazione dei candidati avranno inizio alle ore 08.00 per il turno mattutino e alle ore 13.30 per il turno pomeridiano. Il turno mattutino è previsto dalle 9:00 alle 11:30 e il turno pomeridiano dalle 14:30 alle 17:00.

Operazioni di riconoscimento e misurazione temperatura

In merito alle operazioni di riconoscimento dei candidati, la commissione di valutazione o il comitato di vigilanza dovrà verificare che gli aspiranti siano muniti di un documento di riconoscimento valido, abbiano con sé il proprio codice fiscale e la copia della ricevuta del versamento dei diritti di segreteria.

Pena l’esclusione dal concorso, ciascun candidato dovrà consegnare ogni tipo di telefono cellulare, smartphone, tablet, notebook, anche se disattivati.

Ma il punto che sta facendo maggiormente discutere è quello riguardante il riscontro di una temperatura superiore ai 37,5°: in questo caso, al candidato sarà vietato l’accesso alla prova ed accompagnato in un’area dedicata all’isolamento, con avviso alle Autorità sanitarie. 

Igienizzazione, distanziamento minimo e divieto di assembramento

Per i candidati, commissari e commissione di vigilanza, naturalmente, ci sarà l’obbligo di igienizzarsi le mani con apposito gel disinfettante contenuto nei dosatori all’ingresso e in più punti della struttura. Il personale impiegato, inoltre, dovrà far uso di guanti monouso durante le operazioni di riconoscimento dei candidati, della consegna dei moduli, del materiale occorrente e nelle operazioni di gestione della prova computerizzata. 

Ovviamente, dovrà essere osservato rigidamente il principio del distanziamento minimo di un metro, oltre allo scontato divieto di assembramenti durante le operazioni connesse alla prova. 

Qui di seguito riportiamo il testo integrale della Nota ministeriale.