Scuola, Nota Ministero Istruzione su comunicazione preventiva Programma Annuale 2021

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la Nota N. 23072 del 30 settembre avente come oggetto: ‘Anno Scolastico 2020/2021 – Assegnazione integrativa al Programma Annuale 2020 – periodo settembre-dicembre 2020 e comunicazione preventiva del Programma Annuale 2021 – periodo gennaio-agosto 2021.’

Nota N. 23072 del 30 settembre su Programma Annuale 2021

Con la suddetta Nota, la Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie ed i Contratti comunica alle Istituzioni scolastiche ed educative statali l’assegnazione delle risorse finanziarie per il funzionamento amministrativo-didattico (integrazione al Programma Annuale 2020 – periodo settembre dicembre 2020), nonché quelle afferenti agli istituti contrattuali che compongono il “Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa” e relative ai compensi per lo svolgimento degli esami di Stato. 

Nel contempo, si comunicano, in via preventiva, le medesime risorse relativamente al periodo gennaio agosto 2021, che saranno erogate nei limiti delle risorse iscritte in bilancio a legislazione vigente.  

Assistenza psicologica

Nel capitolo dedicato alle ‘Misure attivate per far fronte all’attuale contesto di emergenza sanitaria e garantire la prosecuzione dell’attività didattica in sicurezza‘, si evidenzia l’aspetto legato all’Assistenza psicologica: ‘allo scopo di dare supporto psicologico alle Istituzioni scolastiche per rispondere a disagi e traumi derivanti dall’emergenza Covid-19 – si legge nella nota – e per prevenire l’insorgere di forme di disagio o malessere psicofisico, è stata prevista un’assegnazione integrativa dei fondi già erogati alle Istituzioni scolastiche ai sensi dell’art. 231, comma 1, del D.L. 34/2020.’

Assistenza medica

Un altro aspetto rilevante, collegato all’Assistenza psicologica, è costituito dall’Assistenza medica:  ‘nell’attuale contesto di emergenza sanitaria – prosegue la nota – si rivela di fondamentale importanza il ruolo del medico competente nelle Istituzioni scolastiche sia, in generale, per quanto concerne la sorveglianza sanitaria, sia ai fini di una massima tutela dei lavoratori fragili.

Si ricorda, infatti, che nel caso in cui venga richiesta da parte dei lavoratori fragili la visita medica, le Istituzioni scolastiche dovranno attenersi alle indicazioni operative rinvenibili in materia e nello specifico, il Dirigente scolastico dovrà attivare il medico competente o gli enti indicati nelle succitate circolari.

Qui sotto potrete trovare il testo integrale della Nota N. 23072 del 30 settembre.