Covid-19, scuola chiusa a Taranto per 'evento-sentinella'

La figura scolastica di nuova creazione denominata ‘personale Covid’, ricordiamo che verrà convocata tramite graduatorie d’istituto in qualità di personale aggiuntivo, necessario per garantire il rispetto del distanziamento e del protocollo sanitario in classe.

Alcune scuole hanno già cominciato ad inviare agli aspiranti supplenti convocazioni per il reclutamento di questo profilo, altre invece attendono la chiusura delle operazioni di assunzione a tempo determinato dalle Gps da parte degli uffici scolastici provinciali.

Loading...

Quanto personale Covid è necessario?

In linea generale è possibile stabilire quanti supplenti saranno chiamati a ricoprire il ruolo di ‘personale Covid’.

Loading...

Gli Usp hanno infatti provveduto, tramite apposito decreto, ad indicare innanzitutto la spesa complessiva stanziata e ripartita tra le varie istituzioni scolastiche per la copertura dei costi necessari ad assumere personale aggiuntivo, stante l’emergenza sanitaria attuale.

Ed inoltre hanno provveduto ad indicare, tramite apposito allegato, il numero di ‘posti Covid’ richiesti da ogni istituzione scolastica di ogni ordine e grado. L’elenco è facilmente consultabile tramite il sito dell’Usp di riferimento.

Ulteriori specificazioni sul ‘personale Covid’

Il decreto reso noto dai vari uffici scolastici specifica che “i contratti attivati (…) hanno decorrenza giuridica ed economica dalla data di inizio delle lezioni, o dalla data di effettiva assunzione in servizio, e hanno durata fino al termine delle lezioni, così come previsto dall’art. 3, comma 1,
dell’OM 5 agosto 2020, n. 83.”

Ribadisce inoltre il licenziamento per giusta causa, senza diritto ad alcun indennizzo, in caso di sospensione delle attività didattiche in presenza.

Per il resto, va ribadito, che si tratta di una comune supplenza ‘breve e saltuaria’, e come tale ne conseguono i relativi diritti, tra cui la possibilità di richiedere la Naspi a chiusura contratto.