Covid-19 e scuola, sindacati chiedono incontro urgente con ministra Azzolina
Covid-19 e scuola, sindacati chiedono incontro urgente con ministra Azzolina

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha rilasciato un’intervista al quotidiano ‘La Stampa‘ di oggi, domenica 4 ottobre 2020: la titolare del dicastero di Viale Trastevere ha parlato, naturalmente, della particolare situazione sanitaria che sta vivendo il nostro Paese in relazione all’aumento dei contagi Covid-19.

Covid-19, Azzolina: ‘Il problema non è la scuola ma ciò che avviene fuori’

‘Il problema non è la scuola, ma ciò che avviene fuori – ha dichiarato la ministra – vorrei fare un appello a tutti i ragazzi: rispettino le regole anche quando escono dai loro istituti. Stiamo monitorando la situazione, il primo bilancio serio arriverà a metà ottobre: comunque, i contagi registrati a scuola sono molto bassi, si parla dello zero virgola.’

In merito alle criticità nell’avvio dell’anno scolastico, Azzolina sottolinea come non vi sia stato un anno scolastico partito senza disagi: ‘Questo poi è un anno particolare, abbiamo lavorato tutta l’estate anche per evitare di dover richiudere le scuole. Gli istituti sono più pronti alla didattica a distanza’.

Azzolina: ‘Chiusura scuole? Abbiamo dei protocolli, vanno rispettati su tutto il territorio’

Per quanto riguarda la possibilità di chiusura delle scuole ‘a macchia di leopardo’, ovvero nelle zone più colpite dal Covid-19, Azzolina sottolinea il fatto che siano i Comuni o le Asl a decidere se chiudere un istituto: ‘L’importante è che non si proceda senza criterio: abbiamo dei protocolli ed è importante che siano rispettati in modo omogeneo su tutto il territorio’.

Concorso straordinario, Azzolina: ‘Gran parte dei 32mila stanno già lavorando nelle scuole’

In relazione alla problematica legata alla mancanza di docenti e alle polemiche riguardanti il concorso straordinario, Azzolina taglia corto: ‘Gran parte dei 32mila stanno già lavorando nelle scuole. Il punto è come si viene assunti a tempo indeterminato nella Pubblica Amministrazione. Con i concorsi si dimostrano le conoscenze e nel successivo anno di prova si dimostrano anche le competenze. Sindacati continuano a chiedere stabilizzazione senza concorso? Se il dibattito è concentrato sui concorsi, il rapporto resterà difficile’, la risposta di Lucia Azzolina.