TFA sostegno V ciclo, inviata diffida al Ministero

Covid-19, cresce la preoccupazione per l’aumento dei numeri di casi in Italia, anche nelle scuole. Oggi, lunedì 5 ottobre 2020, è in programma una riunione a cui parteciperanno la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, i funzionari del Miur e i rappresentanti dell’Istituto Superiore della Sanità.

I numeri parlano di oltre 1000 contagi nelle scuole italiane, tra professori e studenti: come riporta il quotidiano ‘Il Messaggero‘, i casi sono stati registrati in oltre 900 istituti (130 di questi sono già passati alla didattica a distanza).

Loading...

Covid19, oggi 5 ottobre riunione Azzolina-ISS

Tuttavia, ai vertici del Ministero dell’Istruzione, la preoccupazione è contenuta. Come Vi abbiamo riferito nella giornata di ieri, Lucia Azzolina, in occasione di un’intervista rilasciata al quotidiano ‘La Stampa, ha confermato come il Ministero dell’Istruzione stia monitorando la situazione: ‘I contagi registrati a scuola sono molto bassi: si parla dello zero virgola. Abbiamo milioni di studenti e migliaia di istituti, dobbiamo confrontare i nostri dati con quelli delle Asl.’

Azzolina: ‘Il problema non è la scuola ma ciò che avviene fuori’

La ministra Azzolina ritiene che il problema non sia la scuola, ‘ma ciò che avviene fuori. Per questo vorrei fare un appello ai ragazzi: rispettino le regole anche quando escono dai loro istituti’.

Covid19, ANP: ‘Vogliamo capire se si tratta di un trend esponenziale’

Secondo il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli, ‘il numero degli infetti è irrisorio, le scuole coinvolte da casi sono un ottavo del totale. Bisogna però che le autorità sanitarie ci spieghino se si tratta di un trend esponenziale. L’incontro tra la ministra Azzolina e l’Istituto Superiore di Sanità – ha aggiunto il presidente dell’ANP – servirà a capire l’entità dei dati e mi auguro che si possa davvero capire qual è il trend’.