TFA sostegno V ciclo, inviata diffida al Ministero

Covid-19, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha postato, nelle scorse ore, un video messaggio sul proprio profilo Facebook all’interno del quale ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda i dati relativi ai contagi nelle scuole: i dati si riferiscono al monitoraggio effettuato dal Ministero dell’Istruzione delle prime due settimane. La ministra ha sottolineato come la scuola non abbia avuto impatto sull’aumento dei contagi generali Covid, se non in modo molto residuale

Covid-19, Ministero Istruzione su contagi a scuola, Turi: ‘Ministra Azzolina, i dati non sono completi’

Uil Scuola ha prontamente replicato alle dichiarazioni della ministra dell’Istruzione. Il Segretario generale, Pino Turi ha dichiarato: ‘Siamo lieti che i dati dell’epidemia di coronavirus siano rassicuranti e che le mura scolastiche reggono alla pandemia. Quello che manca, e avremmo voluto sapere, è il numero di scuole e di classi interessate dalle quarantene disposte dai rispettivi Dipartimenti di prevenzione delle USL e come sta funzionando l’attività di tracciamento e trattamento dei casi. I numeri presentati – prosegue così il segretario Uil secondo quanto riportato dall’agenzia Adnkronos – sono quelli del monitoraggio misurato al 26 settembre (le prime due settimane in cui molte scuole non sono partite) non c’è il trend della settimana fino a ieri 5 ottobre. 

Turi (Uil): ‘Azzolina, c’è un piano di emergenza per le scuole nell’ambito dello stato di emergenza prorogato dal Governo?’

‘Vorremmo anche conoscere – ha aggiunto il Segretario generale della Uil Scuola – se c’è un piano di emergenza per le scuole nell’ambito dello stato di emergenza generale per il quale il Governo sta disponendo la proroga. Sono le considerazioni, insieme alla richiesta di garanzie per i lavoratori, sia quelli in quarantena che i cosiddetti fragili, che vorremmo fossero poste al tavolo nazionale istituito per la ripartenza in presenza e in sicurezza. Tavolo – ha concluso Turi – che non è stato più convocato’.