Scuola e contagi, news 22/10: monitoraggio inattendibile? 'Azzolina non conosce i dati'
Scuola e contagi, news 22/10: monitoraggio inattendibile? 'Azzolina non conosce i dati'

Concorso straordinario, avanti tutta secondo quanto dichiarato dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ospite di Enrico Mentana negli studi del TG di La7. 

Concorsi, Azzolina non si ferma

‘I concorsi verranno fatti in sicurezza – ha dichiarato la ministra dell’Istruzione – Avremo più di 20mila aule a disposizione per poterlo svolgere in piena sicurezza. Non può bastare allo Stato dire ‘deve esistere l’istruzione in un Paese’. L’istruzione dev’essere buona, di qualità, anche meritocratica con selezione all’ingresso degli insegnanti. Per anni non sono stati fatti i concorsi in questo Paese e questo ha generato precariato. Si vogliono insegnanti stabili adesso? Il concorso si sarebbe potuto fare anche quest’estate, si è trovato un accordo diverso nella maggioranza.’

Concorsi, Azzolina: ‘I docenti ci chiedono di farli, le famiglie ci chiedono insegnanti preparati’ 

‘Le famiglie a chiederci insegnanti preparati, i docenti ci chiedono di fare il concorso. Perché poi non lamentiamoci quando i dati Ocse-Pisa ci dicono che i nostri studenti hanno tante difficoltà nelle competenze. Fare l’insegnante non è meno importante che fare il chirurgo: il chirurgo se fa un errore toglie la vita subito, l’insegnante è un mestiere delicatissimo perché si costruisce il futuro degli studenti.’

‘Concorsi in pieno rispetto del protocollo di sicurezza’

In merito allo svolgimento dei concorsi, Lucia Azzolina ha dichiarato: ‘Le immagini che ho visto, questi poli fieristici dove si fanno i concorsi non sono reali rispetto al concorso che faremo noi, perché noi abbiamo delle procedure, dei protocolli di sicurezza rigidi. Avremo dieci candidati per aula, igienizzanti, guanti, distanziamento più di un metro. Se pensiamo che a settembre sono stati fatti i test di medicina per 70mila studenti circa, tutti in un giorno, noi questo concorso lo distribuiamo nel tempo: si parte il 22 di ottobre e si finisce a metà novembre. Avremo più di 20mila aule a disposizione, quindi sarà un concorso – ha concluso Azzolina – che verrà fatto nel pieno rispetto del protocollo di sicurezza.’