Supplenze da GPS, Nota Ministero Istruzione su valutazione titoli esteri
Supplenze da GPS, Nota Ministero Istruzione su valutazione titoli esteri

GPStabelle valutazione titoli e punteggi Master, il Tar del Lazio ha emesso l’Ordinanza N. 6985/2020 riguardante il ricorso pilota promosso dai legali del sindacato Anief in relazione alla mancata attribuzione del punteggio rivendicato dalla ricorrente (3 punti invece di 1). Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, tramite la suddetta Ordinanza, ha chiesto chiarimenti in merito al Ministero dell’Istruzione.

GPS, punteggio Master: Tar del Lazio chiede chiarimenti al Ministero dell’Istruzione

Come si legge in un comunicato pubblicato da Anief, le tabelle di valutazione dei titoli nelle GPS, ad avviso dell’Ufficio Legale Anief, sono illegittime nella parte in cui hanno completamente svalutato titoli culturali come le Specializzazioni Biennali post-universitarie, i Master di I e II livello o i Corsi di Perfezionamento da 1500 ore e 60 CFU.In particolare, si legge nella sentenza:

Il TAR del Lazio (Sezione Terza Bis) considerato:
– che è necessario disporre l’integrazione del contraddittorio, ai sensi dell’art. 49 c.p.a., nei confronti dei candidati utilmente inseriti nella graduatoria definitiva impugnata;
– che ricorrendo nella specie i presupposti previsti dal codice del processo amministrativo, come da giurisprudenza della Sezione, può essere disposta la notificazione del ricorso in epigrafe per pubblici proclami, mediante pubblicazione dell’avviso sul sito web dell’Amministrazione, con le modalità stabilite nell’ordinanza n.836/2019;
– che è necessario che l’amministrazione fornisca chiarimenti in ordine alla mancata attribuzione del punteggio rivendicato dalla ricorrente entro il termine di 30 giorni dalla comunicazione della presente ordinanza;

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis), dispone l’integrazione del contraddittorio e l’incombente istruttorio nei termini di cui in motivazione. Rinvia alla camera di consiglio del 4 dicembre 2020.