Azzolina sul concorso straordinario: 'Si fa su tutt'Italia'
Azzolina sul concorso straordinario: 'Si fa su tutt'Italia'

Concorso straordinario, il Comitato Tecnico Scientifico ha dato il proprio benestare allo svolgimento delle prove che riguardano i prof di scuola superiore di primo e secondo grado, prove che inizieranno il 22 ottobre prossimo e che dovrebbero concludersi il 16 novembre.

Concorso straordinario, via libera dal CTS ma le trappole sullo svolgimento delle prove non mancheranno

Il CTS, come riporta il ‘Corriere della Sera’, ritiene che l’organizzazione delle prove così come è stata definita, ovvero la predisposizione di giorni e sedi diversi in modo tale che non si incontrino più di qualche decina di persone, non comporterebbe particolari rischi di contagio.

In ogni caso non mancheranno gli ostacoli per il Ministero dell’Istruzione per portare avanti questo ‘concorsone’. 
Dal punto di vista politico, c’è un vero e proprio partito ‘trasversale’ formato dalle forze dell’opposizione a cui si è unita una parte del Partito democratico, guidata in primis dal senatore Verducci, decisamente critico nei confronti della ministra Azzolina.

Spostamenti docenti in altre Regioni per partecipare al concorso straordinario

La questione degli spostamenti dei docenti in altre Regioni per svolgere le prove d’esame rappresenta un altro fattore altamente contrastante: la problematica sta per approdare in Parlamento e, come ribadito dal ‘Corriere della Sera’, sarebbero pronte diverse mozioni parlamentari.

Pronti i ricorsi

Sul Ministero dell’Istruzione, però, incombe una tegola non indifferente, quella dei ricorsi e dalle parti di Viale Trastevere ne sono ampiamente consapevoli. Molti docenti, infatti, potrebbero essere costretti a rinunciare al concorso straordinario in quanto si trovano, loro malgrado, in isolamento fiduciario per il Covid o forse solamente a causa di un semplice raffreddore. Studi specializzati stanno già raccomandando di mettere in mora il ministero dell’Istruzione, tramite invio agli Uffici Scolastici Regionali di una comunicazione contenente la propria impossibilità a partecipare: in caso di mancata risposta, si agirà per via giudiziaria.