personale covid, punteggio attribuito

Ciò che era stato preannunciato già circa una settimana fa, ora è definitivo. Chi sarà assunto a ricoprire supplenze in qualità di personale Covid, non sarà più licenziato in caso di sospensione delle attività didattiche in presenza e conseguente ritorno alla Didattica a Distanza. Il Decreto Agosto è infatti legge, portando con sé anche gli emendamenti apportati in ambito scolastico.

Se dunque gli insegnanti precari che si vedevano arrivare convocazioni per organico Covid erano scettici nell’accettare fino a qualche settimana fa, ora si sentono tranquilli perché tutelati al pari di una qualsiasi altra supplenza, la cui data di chiusura sarà solo e unicamente quella indicata sul contratto di assunzione.

Chiarimenti sul personale Covid

Permangono tuttavia ancora dubbi riguardo questa figura creata ex novo per questo anno scolastico che sarà ancora segnato da una pandemia in pieno corso.

Se da un lato infatti, sono spariti i dubbi circa il percepimento della Naspi a chiusura contratto, dall’altro molti insegnanti conservano interrogativi laddove si ritrovassero a ricoprire questo ruolo. Primo fra tutti quello relativo le mansioni da svolgere, non ancora del tutto chiare.

Il personale Covid è nato infatti come organico aggiuntivo, volto a garantire e intensificare il rispetto delle regole del protocollo Covid. Molte scuole però hanno interpretato in maniera ampia questa definizione, non assegnando a questi insegnanti veri posti su cattedra, creatisi a seguito dello sdoppiamento delle classi pollaio. Ma piuttosto attribuendo mansioni di compresenza e potenziamento.

Punteggio per le supplenze di organico Covid

Nessun dubbio invece sullo stipendio spettante al personale Covid, che percepirà tanto quanto percepisce un insegnante su qualsiasi altra supplenza.

E nessun dubbio anche sul punteggio, uguale a quello attribuito nelle altre tipologie di supplenze. Se dunque il contratto Covid, come sta avvenendo nella maggior parte dei casi, ha durata fino alla chiusura delle attività didattiche a giugno, darà diritto al supplente al punteggio massimo consentito, pari a 12 punti.