Concorso straordinario, obbligatorio tampone effettuato 48 ore prima delle prove?

Concorso straordinario, il Partito democratico lancia un appello al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, affinché fermi la macchina della procedura concorsuale per i precari con più di 3 annualità di servizio che dovrebbe partire la prossima settimana con lo svolgimento delle prime prove, secondo il calendario stilato dal Ministero dell’Istruzione.

Concorso straordinario, PD a Conte: ‘Premier intervenga e stoppi le prove’

Il partito di Zingaretti ha ribadito ancora una volta l’irragionevolezza nel voler insistere sullo svolgimento del concorso in un momento estremamente critico per il nostro Paese. È inaccettabile che si debba mettere a rischio la sicurezza di migliaia di candidati e del personale scolastico.L’appello è stato lanciato dal senatore PD, Francesco Verducci: ‘Conte intervenga e stoppi il concorso, ascolti le richieste pressanti che vengono da tutto il mondo della scuola’. Anche Camilla Sgambato ribadisce il concetto: ‘Lo svolgimento di concorsi in questa fase di aumenti esponenziali della curva del contagio da Covid espone a rischi enormi. Spostarlo a tempi migliori sotto il profilo sanitario ci sembra la cosa più opportuna da fare’.

Ma Azzolina non indietreggia di un millimetro

La ministra Azzolina, però, non intende cedere e replica: ‘Sfatiamo il mito che non si possono fare i concorsi. Il giorno 22 ottobre è l’inizio delle prove. Si tratta di concorsi molto sicuri perché non dobbiamo immaginare grandi padiglioni fieristici. La Rai qualche giorno fa ha fatto un concorso per 3 mila persone con mille a padiglione. Noi ne mettiamo dieci a laboratorio, in massima sicurezza su più giorni. Non ho alcun pregiudizio nei confronti dei sindacati – ha aggiunto la ministra – Avrebbero voluto assumere senza alcuna prova concorsuale in ingresso’.