Concorso straordinario 2020, sì o no? E' scontro sulle prove suppletive
Concorso straordinario 2020, sì o no? E' scontro sulle prove suppletive

Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina è stata ospite dell’incontro “Futuri. Pronti all’impresa” svoltosi a Roma presso la sede di Confindustria. La pentastellata ha dichiarato: ” I banchi con le rotelle hanno dato lavoro a tante imprese”. Per Azzolina tali banchi “servono a lavorare in gruppo e a fare didattica innovativa e diversa rispetto a quella frontale per cui gli studenti si annoiano a morte”. A seguire, il ministro ha aggiunto: “La didattica frontale non funziona più”.

Lucia Azzolina ha attaccato De Luca

Secondo Lucia Azzolina la decisione del presidente della Campania Vincenzo De Luca di tenere chiuse le scuole per l’aumento di contagi nella regione sarebbe una scelta “gravissima e profondamente sbagliata”. Azzolina lo ha affermato nel corso del suo intervento al programma radiofonico Zapping su Radio Rai 1.

Secondo Lucia Azzolina il comportamento di Vincenzo De Luca è un accanimento inopportuno “contro le scuole: è stato l’ultimo a riaprirle e il primo a richiuderle”. Secondo la pentastellata, la scuola per gli studenti è al momento il luogo più sicuro dal punto di vista sanitario e non solo. Per Azzolina, soprattutto la Campania dovrebbe tenere aperti gli istituti.

Agostino Miozzo smentisce la ministra

Nel corso di un’intervista a Repubblica, il professor Agostino Miozzo del CTS ha smentito Lucia Azzolina circa la situazione dei contagi nelle scuole italiane: “Nessuno di noi sa cosa accade dentro le scuole”. Il coordinatore del comitato tecnico scientifico ha aggiunto: “Su un piano scientifico siamo ragionevolmente convinti che i contagi avvistati in aula arrivino dall’esterno, ma non c’è un testo sacro che lo certifichi”.

Agostino Miozzo ha spiegato che lo scorso marzo le scuole furono chiuse in quanto da sole sarebbero valse una crescita dello 0,4 dell’indice di contagio, ma in seguito si è intervenuti con misure quali mascherine, distanziamento e ventilazione. Miozzo ha bacchettato il governo: “Abbiamo sperimentato, da febbraio a maggio, il peso e la violenza delle sciocchezze scritte sui social. Mi chiedo, e chiedo al governo è così difficile prendere cinque influencer con cinque milioni di follower a testa, far loro un rapido corso sul virus e poi chiederlo di spiegarlo, a modo loro, al pubblico che li segue?”.

Azzolina: il senato dice no alla data della mozione di sfiducia della Lega

Il senato ha rifiutato la richiesta di sfiducia la richiesta da parte del capogruppo della Lega Massimiliano Romeo di inserire nel corso della settimana dal 27 al 29 ottobre la mozione di sfiducia nei confronti di Lucia Azzolina. Il responsabile Scuola della Lega, Mario Pittoni, lamenta: “Ancora una volta al Senato M5S, Pd, Iv e Leu votano contro la calendarizzazione della mozione di sfiducia al ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina per manifesta incapacità. Per le forze di maggioranza, quindi, ancora una volta le poltrone vengono prima dell’efficienza del sistema di istruzione”.