Azzolina sul concorso straordinario: 'Si fa su tutt'Italia'
Azzolina sul concorso straordinario: 'Si fa su tutt'Italia'

Concorso straordinario, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, durante un’intervista rilasciata al quotidiano ‘Repubblica‘ di oggi, domenica 18 ottobre, ha parlato dell’emergenza sanitaria, ribadendo la ferma convinzione del governo di voler tenere aperte le scuole in quanto ‘luogo sicuro’. La ministra, poi, ha toccato un altro argomento particolarmente scottante in questi giorni, quello riguardante il concorso straordinario.

Azzolina sul concorso straordinario: ‘Si fa su tutt’Italia’

‘Sfatiamo i miti – ha risposto a ‘Repubblica’ in merito alle pressanti richieste del Partito democratico per un rinvio della prova riservata ai docenti con più di 3 annualità di servizio – Il concorso della scuola si fa su tutt’Italia. Abbiamo migliaia di aule. In ogni laboratorio ci sono al massimo dieci persone. Tutte distanziate, con la mascherina, la misurazione della temperatura all’ingresso. La prova non dura 8 ore, ma 150 minuti. C’è un protocollo severissimo validato dal Cts che non è certo incline ad avallare rischi. Quindi dico solo: sleghiamo il piano politico dal piano reale.’

Loading...

‘Sleghiamo il piano politico dal piano reale: perché non vengono messi in discussione gli altri concorsi?’

È stato chiesto, infine, alla ministra se si tratta di una scusa per farlo saltare: ‘Altrimenti non si spiega – ha risposto Lucia Azzolina – perché non vengano messi in discussione tutti gli altri concorsi‘.