DPCM Natale, novità sui divieti: cosa cambierà e da quando

Covid-19, i contagi continuano a correre all’impazzata ma il premier Giuseppe Conte non vuol sentire pronunciare la parola ‘lockdown’. Secondo le ultime indiscrezioni pubblicate dal ‘Corriere della Sera’ nell’edizione di oggi, sabato 24 ottobre, già domenica sera potrebbe essere varato un nuovo Dpcm: il governo sarebbe orientato a fermare tutte le attività ritenute non essenziali, dai convegni allo sport non professionistico. Le scuole, invece, resteranno aperte come pure andranno avanti industria, commercio, artigianato e professioni.

Scuola

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina è stata chiara: ‘Le ordinanze devono essere coerenti e non scavalcare il ministero’. La titolare del dicastero di Viale Trastevere spera che la didattica a distanza per le superiori al 50 per cento possa bastare ad alleggerire la questione trasporti pubblici.

Loading...

Coprifuoco

Il coprifuoco è la questione più dibattuta: gli scienziati vorrebbero la chiusura delle attività alle 21 o addirittura alle 20 ma il governo ritiene che si tratterebbe di un provvedimento eccessivamente severo, tenendo conto delle attività di ristorazione. In ogni caso, dopo l’orario stabilito, si potrà uscire solamente per comprovati motivi urgenti come motivi di salute o lavoro.

Loading...

Palestre e piscine

Il nuovo Dpcm potrebbe sancire la chiusura delle palestre, delle piscine e dei circoli sportivi: l’attività fisica sarà, comunque, permessa seguendo le stesse regole che gli italiani hanno seguito durante il lockdown.

Centri commerciali

Sembra ormai più che probabile la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana. I punti vendita al dettaglio, però, potrebbero restare aperti nel weekend ma ad orari scaglionati per decongestionare il trasporto pubblico.