Concorso straordinario, Azzolina bocciata: ecco la sentenza del TAR Lazio

Covid-19, nemmeno il nuovo Dpcm del governo Conte ha fermato il concorso straordinario riservato ai docenti della scuola secondaria con almeno 3 annualità di servizio, concorso iniziato giovedì scorso. Nonostante le continue rassicurazioni della ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, sullo svolgimento in ‘totale sicurezza e regolarità’, vengono segnalati numerosi problemi come quello del reperimento dei commissari: se il problema si era già presentato in passato, figuriamoci adesso in piena pandemia.

Concorso straordinario, mancano i commissari

A questo proposito ‘Orizzonte scuola‘ ha segnalato l’appello lanciato dall’USR Liguria per il reperimento dei commissari. Si legge: ‘Si sottolinea, infine, che rispetto a precedenti procedura concorsuali, in cui erano previste le prove scritte, orali e pratiche o una prova orale, l’attuale prevede che i candidati debbano effettuare esclusivamente una prova scritta computer-based: l’impegno richiesto alle commissioni di valutazione per questa procedura concorsuale è, pertanto, meno oneroso’.

L’Ufficio Scolastico Regionale della Liguria, in pratica, ha evidenziato il fatto che si tratta solamente di correggere una prova scritta computer based, quindi un impegno che sarebbe meno gravoso rispetto a quello richiesto per i precedenti concorsi.