Scuola, bonus 500 euro: estensione della card docenti a precari e ATA
Scuola, bonus 500 euro: estensione della card docenti a precari e ATA

Il contratto che disciplina la DAD (didattica a distanza) è stato sottoscritto, anche se non da tutti i sindacati. Fra le tante richieste di Anief legate a questo contratto, c’era quella di estendere il bonus da 500 euro a Personale Ata e docenti precari. E’ arrivato un no, ma Anief non molla.

Didattica a distanza e bonus da 500 euro

Come ogni contratto, spiega Marcello Pacifico, anche questo sulla DAD può essere migliorato. “Ma le nuove regole del DPCM hanno impresso un’accelerazione alla firma di un testo che riporta la gestione della DDI nella competenza degli organi collegiali e al rispetto del contratto, inclusi i permessi per la partecipazione alle assemblee sindacali“.

Tra le richieste di Anief, c’era quella di estendere il bonus da 500 euro a docenti precari e Personale ATA, “per la formazione e per l’acquisto di dispositivi“. Lo stesso sindacato spiega che il tavolo non aveva il potere di inserirlo nel contratto. In ogni caso, ci si aspetta che il provvedimento arrivi comunque al più presto.

Carta docente a precari e ATA: quando?

L’estensione della Carta del docente di 500 euro al personale precario per l’acquisto di strumentazione, è stata rifiutata dal MI. Il Mef ha preteso un contratto con il vincolo di invarianza finanziaria. Ma Anief ritiene che questa necessaria e urgente innovazione normativa vada inserita nella prossima legge di bilancio.

Nel frattempo, tutti i docenti – di ruolo e precari – che avessero necessità di connessioni o dispositivi potranno comunque rivolgersi alla scuola che dovrà metterli a disposizione di chi ne fa richiesta.