Scuola, Azzolina in TV su seconda ondata pandemia e concorso straordinario

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è intervenuta in qualità di ospite della trasmissione di Fabio Fazio, ‘Che tempo che fa’, in onda su Rai 3.

Azzolina: ‘Noi ci siamo preparati per tutta l’estate per questa seconda ondata’

‘Si è disinvestito per tanto tempo sulla scuola, ma noi, quest’estate, abbiamo investito sull’edilizia scolastica. – ha dichiarato la ministra – Abbiamo 12mila cantieri in corso. Questo è stato fatto in due mesi con l’impegno di tutti. Si tratta di una piccola parte, però. Noi ci siamo preparati per tutta l’estate per questa seconda ondata. Certamente la scuola muove 9 milioni di persone tra studenti e personali. E’ evidente a tutti che adesso ci sono delle criticità, soprattutto sui trasporti. Auspico che in questo periodo si debba assolutamente intervenire in quei settori in cui ci sono delle criticità’.

Didattica a distanza e sicurezza nelle scuole

Sulla didattica a distanza alle scuole superiori: ‘I nostri studenti della scuola secondaria di secondo grado hanno il diritto di frequentare in presenza e di andare a scuola in sicurezza. L’Italia è l’unico paese che dà le mascherine a tutti gli studenti e al personale scolastico. La scuola è un ambiente più controllato rispetto ai bambini nei centri commerciali, come ho visto in Campania, o per strada in una regione dove c’è una grande dispersione scolastica. I bambini devono andare a scuola e le mamme devono avere il diritto di andare a lavorare’.

Concorso straordinario

Poi, inevitabilmente, si cade sulla questione concorso straordinario: ‘C’è stato un dibattito su questo concorso, io l’avrei fatto già quest’estate. Abbiamo raggiunto un accordo di maggioranza migliorativo e la prova non è più a crocette, ma a risposta aperta, così va sicuramente meglio. Questo ha dilatato i tempi e i concorsi si stanno facendo adesso. Prova suppletiva? Sono state utilizzate le stesse regole che sono state applicate per l’università. C’è un parere della Funzione Pubblica che vieta le prove suppletive. Ci tengo a ribadire che in questi giorni si stanno tenendo altri concorsi per la Pubblica Amministrazione’.