Scuola, Vacca (M5S): 'Non adeguamento Puglia e Campania a Dpcm fa male a studenti e famiglia'
Scuola, Vacca (M5S): 'Non adeguamento Puglia e Campania a Dpcm fa male a studenti e famiglia'

Riceviamo e pubblichiamo comunicato pervenutoci dall’Ufficio Stampa del Movimento 5 Stelle (Camera dei Deputati).

Coronavirus, Vacca (M5S): ‘Puglia sacrifica istruzione, studenti saranno di più per strada’

“Mentre in Francia si chiude tutto tranne le scuole, in Puglia accade l’esatto opposto. Ci risiamo, dunque, l’istruzione è di nuovo la prima sacrificata in questa emergenza”. Così Gianluca Vacca, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura.

“Peccato che quei bambini e ragazzi che non potranno stare in classe saranno ancora di più per strada, nei negozi, in compagnia di parenti: ma è proprio questo che fa aumentare i contagi in modo incontrollato. Mi auguro vivamente che la Calabria, di cui si legge in queste ore l’intenzione di seguire l’esempio della Puglia, si fermi in tempo: non è questa la direzione giusta”, prosegue il deputato. 

“Mesi faticosi di lavoro della ministra Azzolina, dei docenti e dirigenti scolastici per rendere le scuole luoghi sicuri stanno andando in fumo perché non si è riusciti a preparare in modo adeguato la sanità regionale alla seconda ondata, prevedibile, dell’emergenza. Ma gli studenti, le loro famiglie e l’intera comunità pugliese non meritano questo trattamento”. 

“L’Onu”, ricorda il portavoce, “lanciò l’allarme in agosto: se non si riaprono le scuole si rischia una catastrofe generazionale. Ebbene, aprirle dopo mesi per richiuderle già segnerà profondamente i nostri giovani, soprattutto i più piccoli per cui la scuola è un presidio di formazione e crescita essenziale e insostituibile, e non può mancare per troppo tempo. Prima di prendere certe decisioni, le Regioni considerino bene gli effetti sulla crescita dei nostri figli”, conclude Vacca.