Ancora convocazioni da Gps a fine novembre

Negli ultimi giorni sempre più aspiranti supplenti inseriti nelle GPS si stanno domandando se esiste la possibilità di poter chiedere il depennamento dalle graduatorie provinciali e la conseguente cancellazione dalle graduatorie d’istituto di tutte le scuole prescelte.

Le motivazioni

Ciò che sta spingendo molti precari a voler abbandonare le GPS si basa su una duplice motivazione.

Loading...

Da un lato a prevalere è la delusione nei confronti di un sistema di reclutamento che non ha dato i risultati sperati. Molti supplenti infatti non sono riusciti ad ottenere il tanto agognato contratto a tempo determinato. E nemmeno sono risultati destinatari di supplenze brevi dalle GI. Al momento quindi si trovano senza lavoro.

Loading...

Dall’altro lato ad assumere un peso rilevante è la questione delle Mad. Da quest’anno infatti, per chi è inserito nelle GPS, è fatto veto di inviare Messe a disposizione. Intorno a questa proibizione aleggia molta incertezza e né dal MI né dai vari USR sono arrivati chiarimenti in merito.

Sebbene alla violazione di questo divieto non pare possano conseguire sanzioni, molti supplenti, non conoscendo le reali conseguenze, preferiscono disdegnare le Mad, anche alla luce del rifiuto da parte di alcune segreterie scolastiche di assumere da Mad chi sia già inserito nelle GPS.

L’auto-depennamento dalle GPS è contemplato?

Di fronte alla possibilità di poter tentare di lavorare da Mad, si sta facendo sempre più strada tra i supplenti ad oggi disoccupati di chiedere il depennamento da GPS.

Nessuna normativa in realtà contempla questa ipotesi. E chiedendo informazioni ai vari USP nessuno sa dare una risposta esaustiva a tal riguardo, passando talvolta la palla alle scuole polo che tra fine agosto e fine settembre avevano avuto il compito di verificare i punteggi delle GPS, senza però riuscire a sciogliere la matassa.