Concorso straordinario, Azzolina bocciata: ecco la sentenza del TAR Lazio

Concorso straordinario, il nuovo Dpcm firmato dal premier Conte ha disposto la ‘sospensione dello svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, ovvero in cui la commissione ritenga di procedere alla correzione delle prove scritte con collegamento da remoto, nonché ad esclusione dei concorsi per il personale sanitario, ivi compresi, ove richiesti, gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e di quelli per il personale della protezione civile, ferma restando l’osservanza delle disposizioni di cui alla direttiva del Ministro per la pubblica amministrazione n. 1 del 25 febbraio 2020 e degli ulteriori aggiornamenti.’

Nuovo Dpcm Conte stoppa tutti i concorsi eccetto quelli per il personale sanitario

Ne deriva che anche il concorso straordinario docenti scuola superiore con più di 3 annualità di servizio rientra nella sospensione disposta dal governo anche se bisognerà attendere ulteriori chiarimenti dalla Funzione Pubblica. Cosa accadrà adesso? Come sottolineato anche dal portale ‘Orizzonte Scuola‘, le prove del concorso straordinario hanno, sin qui, riguardato quasi il sessanta per cento dei candidati: tra l’altro il tasso di partecipazione è stato piuttosto alto (oltre l’86 per cento).In ogni caso, visto che il nuovo Dpcm entrerà in vigore a partire da domani, 5 novembre, il ministero dell’Istruzione ha fatto sapere che le prove in programma in data odierna si svolgeranno regolarmente, in attesa di conoscere maggiori dettagli. 

Concorso straordinario sospeso sino al 3 dicembre

Ricordiamo, inoltre, che la sospensione del concorso durerebbe sino al 3 dicembre, ovvero fino alla data in cui resterà in vigore il presente Dpcm. Considerando che ciascuna prova concorsuale sin qui effettuata si riferisce alla singola classe di concorso, il Ministero avvierà, comunque, la fase relativa alla correzione delle prove, attendendo i prossimi sviluppi che ne deriveranno, anche e soprattutto in considerazione dell’evolversi della pandemia.