Dicembre 2020, il nuovo DPCM di Conte quando arriva?
Dicembre 2020, il nuovo DPCM di Conte quando arriva?

Covid-19, la situazione contagi in Italia, purtroppo, rischia di far collassare il sistema sanitario. Il governo sta accelerando al fine di alleggerire la pressione sulle strutture sanitarie. Si sta studiando un piano articolato in tre punti principali: reclutamento di tutti i 24mila operatori sanitari che hanno dato la propria disponibilità, aumentare i Covid hotel e allestire ospedali da campo nelle aree di maggiore criticità. 

Covid, Governo accelera per alleggerire pressione su sistema sanitario

Il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, spinge per l’apertura di almeno un Covid hotel per ogni provincia. Il commissario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri, ha parlato di ‘problema esplosivo da affrontare subito, dobbiamo prepararci alla crisi dei reparti ospedalieri’.

Lockdown, scontro Governo-Regioni: la questione Campania

Intanto, prosegue lo scontro tra governo e Regioni. La riunione che si è tenuta ieri ha visto uno scontro durissimo tra il ministro Boccia e il governatore della Campania Vincenzo De Luca: la Campania, infatti, oggi lascerà la zona gialla per entrare in una fascia superiore di rischio, arancione o rossa. 

Anche il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, interviene a distanza bacchettando il presidente De Luca: ‘Dalla Campania arrivano immagini terribili, gli ospedali sono al collasso, non è una gara di battute tra chi è più sceriffo’. 

Covid e lockdown Regioni: Emilia Romagna, Veneto e Friuli oggi cambiano zona?

Il premier Giuseppe Conte ha parlato di ‘sacrifici importanti’ che il lockdown ‘leggero’ sta richiedendo agli italiani, consapevole che occorre fare di tutto per evitare il lockdown totale. I governatori di Emilia Romagna, Veneto e Friuli (Bonaccini, Zaia e Fedriga) hanno firmato ordinanze coordinate tra loro che sanciscono misure più restrittive in merito a commercio, assembramenti e mobilità. 

Nonostante questo, dopo la riunione della cabina di regia prevista per oggi, 13 novembre, con l’analisi dei dati relativi ai contagi, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia potrebbero passare a un grado maggiore di allerta.