Tamponi Covid-19 'inattendibili': Codacons presenta esposto in procura per truffa

Occorre distinguere tra isolamento domiciliare obbligatorio e fiduciario.

Il primo caso riguarda coloro che sono risultati positivi al Covid ma o sono asintomatici o comunque non manifestano sintomatologia tale da richiedere un ricovero ospedaliero. In ogni caso devono obbligatoriamente isolarsi presso la propria abitazione.

Il secondo caso riguarda invece coloro che possono essere entrati in contatto con positivi ma non hanno ancora fatto accertamenti. In via precauzionale devono quindi mettersi in isolamento presso il proprio domicilio.

Con riferimento ai docenti in isolamento domiciliare precauzionale, quali sono gli obblighi in merito al tampone e alla quarantena? La domanda è sorta a seguito di quanto accaduto in questi giorni in una scuola primaria di Aosta.

Docenti in isolamento precauzionale rifiutano il tampone

È accaduto in una scuola primaria di Aosta, dove 21 insegnanti su 27 si sono rifiutati di effettuare i tamponi programmati nel drive-in apposito, senza dare alcuna spiegazione alla dirigente scolastica.

A seguito di ciò, sei classi su undici non hanno potuto svolgere didattica in presenza. Le lezioni riprenderanno comunque regolarmente a scuola domani 23 novembre, anche senza tampone.

Gli insegnanti, va precisato, erano in isolamento fiduciario e hanno svolto regolarmente didattica a distanza dal proprio domicilio.

Quanto accaduto ha fatto sì che la regione Valle d’Aosta presentasse un esposto. La procura di Aosta ha così aperto un fascicolo e nei prossimi giorni effettuerà i dovuti accertamenti.

I sindacati: non c’è obbligo di tampone per l’isolamento fiduciario

“La normativa vigente – hanno fatto sapere Flc Cgil, Cisl Scuola, Savt école e Snals della Valle d’Aosta – prevede che gli insegnanti possono scegliere tra sottoporsi al tampone o attendere il compimento della quarantena senza sottoporsi al test, prima di riprendere il servizio in presenza. Pertanto, l’assenza degli insegnanti in presenza, rispondeva a una fattispecie prevista dalla legge e gli stessi hanno espletato il proprio servizio tramite didattica a distanza, garantendo il pubblico servizio.”