Concorso Ministero Istruzione, bando reclutamento personale non dirigenziale (DECRETO)
Concorso Ministero Istruzione, bando reclutamento personale non dirigenziale (DECRETO)

Il Ministero dell’Istruzione ha provveduto a pubblicare la Nota N. 37.490 del 24 novembre 2020 avente come oggetto: Procedura straordinaria, per titoli ed esami, per l’immissione in ruolo di personale docente di scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune e di sostegno di cui ai decreti dipartimentali 23 aprile 2020 n. 510 e 8 luglio 2020 n. 783. Effetti D.P.C.M. 3 novembre 2020. Sospensione e ripresa della fase procedimentale relativa allo svolgimento della prova scritta‘. 

Concorso straordinario, Nota Ministero dell’Istruzione N. 37.490

La Nota, in riferimento all’ultimo Dpcm del governo Conte che, di fatto, ha sancito la sospensione della procedura, informa in merito a procedure telematiche che verranno impiegate per avviare in maniera tempestiva e soprattutto trasparente le operazioni di correzioni ‘da remoto’.

Nella Nota si legge quanto segue: ‘Le misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 disposte con il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri dello scorso 3 novembre 2020, hanno, com’è noto, comportato, anche con riguardo al sistema nazionale di istruzione e formazione, la sospensione generalizzata, a prescindere dalla diversa graduazione delle misure di contenimento previste sui vari territori, della fase procedimentale relativa allo svolgimento della prova scritta della procedura straordinaria in oggetto, che riprenderà comunque appena possibile per le classi di concorso residuali. 

L’Amministrazione sta mettendo a punto procedure telematiche per avviare, tempestivamente, e all’insegna della massima trasparenza e sicurezza, le operazioni di correzioneda remoto’ da parte delle insediate Commissioni di valutazione. Quanto prima saranno diramate le necessarie istruzioni operative. Con l’occasione, si ricorda che, al termine della correzione delle prove scritte, le richiamate commissioni procederanno, in ossequio al disposto dell’articolo 400, comma 13, del decreto legislativo 16 aprile 1994 n. 297, alla valutazione dei titoli nei riguardi dei candidati che hanno superato la prova.’