Crisi governo e scuola, Sasso: 'Azzolina? Chiunque prenderà il suo posto, sappia questo'
Crisi governo e scuola, Sasso: 'Azzolina? Chiunque prenderà il suo posto, sappia questo'

Scuola dell’infanzia, novità in arrivo nella Legge di Bilancio 2021: tra le varie misure previste, come quella riguardante la formazione obbligatoria di almeno 25 ore per i docenti non specializzati che insegnano in classi dove è presente un alunno disabile, c’è anche quella riguardante 1000 nuovi posti di potenziamento per la scuola dell’infanzia. Vediamo cosa indica l’articolo 165 (comma 8) della nuova Legge di Bilancio 2021.

Scuola dell’infanzia, in arrivo 1000 nuovi posti potenziamento nel 2021

Il comma 8 dell’articolo 165 prevede la seguente disposizione: ‘La dotazione organica complessiva di cui all’articolo 1, commi 64 e 65, della legge 13 luglio 2015, n. 107, è incrementata di 1.000 posti, con riferimento alla scuola dell’infanzia, da destinare al potenziamento dell’offerta formativa nel relativo grado di istruzione. Con il decreto del Ministro dell’istruzione di cui al predetto articolo 1, comma 64, il contingente di mille posti è ripartito tra le regioni. A tal fine è autorizzata la spesa pari a 11,67 milioni di euro nel 2021, 38,43 milioni di euro nel 2022, 37,32 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026, 38,48 milioni di euro nel 2027 e 40,79 milioni di euro dal 2028′.

Organico potenziamento scuola dell’infanzia, il Ministero dell’Istruzione ripartirà i posti con apposito decreto

Giova ricordare che la legge 107/2015 (meglio nota come riforma ‘Buona Scuola’) non aveva previsto l’organico di potenziamento per la scuola dell’infanzia. La Legge di Bilancio 2020 aveva introdotto 390 posti in tutta Italia come organico di potenziamento per la scuola dell’infanzia: con la nuova LdB 2021, che dovrà comunque essere approvata entro la fine dell’anno, si prevede un ulteriore aumento di 1000 posti. La ripartizione dei posti tra le varie regioni sarà stabilità dal Ministero dell’Istruzione con apposito decreto.