Covid-19 Italia, nuova mappa delle Regioni dal 24 gennaio
Covid-19 Italia, nuova mappa delle Regioni dal 24 gennaio

Covid, un’ordinanza che verrà firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, ha stabilito che, da domani 6 dicembre 2020, Campania, Toscana, Valle D’Aosta e Provincia di Bolzano passano dalla zona rossa a quella arancione. Anche Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Marche, Puglia e Umbria passeranno dall’area arancione a quella gialla. Il governo, invece, ha rinnovato le misure restrittive per Piemonte, Calabria, Basilicata e Lombardia, che restano in zona arancione, e per l’Abruzzo, che rimane in zona rossa.

Covid, ecco la nuova mappa delle Regioni

Il primo giorno del nuovo Dpcm del governo Conte vede, dunque, l’Italia cambiare nuovamente colore con una netta prevalenza del ‘giallo’. Saranno ben 11 le Regioni che potranno beneficiare delle misure meno restrittive a partire da domani 6 dicembre: a Liguria, Lazio, Molise, Sardegna, Sicilia, Veneto e provincia di Trento si aggiungono Umbria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche e Puglia.

La nuova zona arancione

La nuova ordinanza che verrà firmata dal ministro Speranza sancirà, invece, il passaggio in zona arancione di quattro regioni (Campania, Toscana, Valle d’Aosta e provincia di Bolzano) che andranno ad aggiungersi a Calabria, Lombardia, Piemonte e Basilicata, le quali, però, potrebbero diventare ‘gialle’ già la prossima settimana. Sarà possibile riaprire i negozi nelle 4 Regioni entrate in fascia arancione ma dovranno rimanere in quella zona per 2 settimane: il prossimo 18 dicembre, se i dati confermeranno la diminuzione dei contagi, anche quelle Regioni potranno essere collocate nella zona con le minori restrizioni.

Abruzzo, unica Regione rimasta in zona rossa

L’unica regione italiana ad essere rimasta, quindi, in zona rossa è l’Abruzzo. Il presidente Marco Marsilio ha dichiarato: ‘Il nostro obiettivo è quello di passare in zona arancione entro e non oltre l’8 dicembre così da permettere la riapertura dei negozi a pieno regime e nel momento più importante, cioè quando si apre la stagione del Natale’.