contratti covid, Flc Cgil chiede intervento urgente
contratti covid, Flc Cgil chiede intervento urgente

Personale supplente Covid, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la Nota n. 2164 del 9 dicembre 2020 avente come oggetto: ‘Trasmissione DPCM 4 dicembre 2020’. All’interno della Nota, firmata dal Capo di Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Marco Bruschi, vengono forniti, tra i vari argomenti, anche ulteriori chiarimenti in merito all’utilizzo del cosiddetto ‘Organico Covid‘.

Nota Ministero Istruzione N. 2164 del 9 dicembre: ulteriori chiarimenti su utilizzo personale Covid

Nella Nota N. 2164 del 9 dicembre, si legge infatti: ‘Colgo altresì l’occasione, anche a fronte delle segnalazioni pervenute al dipartimento, per segnalare la necessità di un utilizzo ottimale del cd “organico Covid”. Come più volte specificato, non si tratta di un peraltro inesistente “organico di potenziamento, ma di risorse di personale destinate, per quanto riguarda i docenti, a garantire una migliore gestione dei gruppi classe, al fine di ottimizzarne la numerosità e, per quanto riguarda il personale ATA, volta ad attuare le attività necessarie alla garanzia del diritto allo studio nonché alla sicurezza e all’igiene degli ambienti. Il continuo mutamento della situazione ha richiesto alla dirigenza scolastica di operare con la necessaria flessibilità. Tuttavia, al predetto personale docente, va garantito un orario di servizio il più possibile stabile nonché, al pari dell’organico dell’autonomia, l’assegnazione prioritaria alle classi su orario curricolare‘.

In buona sostanza, il Ministero conferma il fatto che l’organico Covid non debba essere considerato come ‘organico di potenziamento’, bensì di risorse di personale destinate a garantire una migliore gestione dei gruppi classe (nel caso dei docenti) oppure, come nel caso del personale ATA, di risorse di personale volte ad attuare le attività necessarie alla garanzia del diritto allo studio nonché alla sicurezza ed igiene degli ambienti.