Rientro a scuola per docenti e ATA: stravolgimento dell'orario in vista?
Rientro a scuola per docenti e ATA: stravolgimento dell'orario in vista?

Possibili modifiche all’orario del personale docente e ATA? Il segretario Unicobas, Stefano D’Errico, ha trattato l’argomento in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook, citando la recente nota N. 2164 emessa dal Ministero dell’istruzione dove si sottolinea la necessità di rimodulare il ‘piano di lavoro del personale ATA, gli orari delle attività didattiche per docenti e studenti, nonché degli uffici amministrativi, tenendo conto della frequenza a scuola del 75 per cento della popolazione scolastica.’ 

Riapertura scuola, cosa dice la Nota N. 2164 del Ministero dell’Istruzione

Nella nota ministeriale, inoltre, si precisa come ‘il predetto limite può essere variamente modulato (anche per classi, classi parallele, indirizzi), in considerazione delle esigenze delle istituzioni scolastiche finalizzate a garantire un ottimale svolgimento del servizio e con riferimento alle necessità di garantire le condizioni di sicurezza….’.

Orario docenti e personale ATA: il giudizio di Unicobas

Stefano D’Errico ha sottolineato come ‘l’introduzione di questa enorme flessibilità porterà ad un aumento dell’orario di funzionamento della scuola a parità di organico docente ed ATA (nella finanziaria non si parla di nuove assunzioni, i concorsi sono bloccati ed i pensionamenti sono tanti).

Tutto l’onere ricadrà come al solito sui lavoratori a cui verranno chiesti straordinari e imposti orari spezzati ed a cui probabilmente col rinnovo del CCNL verrà imposto un aumento di orario a parità di paga, tanto hanno ulteriormente indebolito il diritto di sciopero con l’accordo sottoscritto il 2 dicembre, firmatari i sindacati di regime Cisl, Uil, Cgil,Snals, Gilda e Anief. 

Personale Covid non è ‘organico di potenziamento’

D’Errico, poi, rimarca un altro aspetto menzionato nella nota ovvero che ‘il cosiddetto organico-covid” non è “organico di potenziamentoe costituisce, se docente, una risorsa per una migliore gestione dei gruppi-classe, mentre se ATA una risorsa per implementare le attività a tutela del diritto allo studio, nonché alla sicurezza e igiene degli ambienti.’